Tossicodipendenze

Ultimi contenuti per il percorso 'Tossicodipendenze'

«Per un ragazzo su due che entra in comunità il primo contatto con le sostanze stupefacenti avviene già a 14 anni». A lanciare l'allarme è «Per un ragazzo su due che entra in comunità il primo contatto con le sostanze stupefacenti avviene già a 14 anni». A lanciare l'allarme è l'Osservatorio della comunità di San Patrignano, che ha diffuso oggi alcuni dati. La droga più utilizzata (9 casi su 10) è la cocaina.

Al primo posto la cannabis, seguita dalla «spice» e dalle nuove sostanze psicoattive (Nps). Sono le droghe utilizzate nel 2016 dai nostri giovani tra i 15 e i 19 anni. A rivelarlo è il rapporto Espad Italia 2016 (European School Survey Project on Alcohol and other Drugs) dell’Istituto di fisiologia clinica del Cnr (Consiglio nazionale delle ricerche) diffuso nei giorni scorsi.

«I giovani sono naturalmente inquieti». Lo ha detto, a braccio, il Papa, nell’incontro con il clero (testo integrale) nel Centro eventi «La Macarena» di Medellín. «Inquietudine – ha denunciato Francesco subito dopo, sempre fuori testo – che molte volte viene distrutta dai sicari della droga». A clero e religiosi il papa ha parlato soprattutto di vocazioni.

Un dialogo in spagnolo scandito dalla spontaneità e dalla schiettezza è stato quello che il Papa ha avuto, in Aula Paolo VI, con la comunità Shalom, fondata 35 anni a Fortaleza, in Brasile, grazie a Moyses de Azevedo che insieme ad alcuni giovani aprì una pizzeria per parlare a chi era distante da Dio e dalla Chiesa. Un cammino di evangelizzazione dei lontani oggi diffuso in varie parti del mondo. Quattro le domande rivolte a Francesco: riferendosi alla misericordia, in un mondo segnato dall’indifferenza e dalla disperazione, il Pontefice ha evidenziato che non ci sono parole giuste per descriverla, va testimoniata e vissuta nella carne.

«Uscire per raccontare che Dio è buono, che ti sta aspettando anche nei peggiori momenti della vita». È il compito affidato dal Papa ai membri della Comunità Cattolica Shalom, ricevuti oggi in udienza in Aula Paolo VI, dove Francesco è arrivato poco prima delle 12.30 ed è stato accolto da una folla festante, con i giovani che indossavano una maglietta bianca e agitavano piccoli striscioni con la scritta «Shalom» in bianco su campo oro.