Turismo

Ultimi contenuti per il percorso 'Turismo'

La business aviation sta crescendo sempre di più con numeri importanti, e in questo campo la Fast Private Jet S.r.l. è una delle società leader nel settore, con un team di professionisti specializzati. Grazie alla loro esperienza, che ormai supera i vent’anni, riescono a fornire al cliente una vasta gamma di aerei tra cui scegliere e di destinazioni da raggiungere.

La Sinagoga di Firenze venne inaugurata nel 1882 ed è uno degli esempi più significativi in Europa di stile esotico – moresco. La sua grande cupola sorprende per il colore verde-azzurro e risalta nello skyline fiorentino. All’interno del tempio la luce proveniente dalle vetrate policrome è calda e diffusa, le pareti sono riccamente decorate con motivi geometrici, l’ampiezza e l’imponenza dell’edificio contribuiscono a creare un ambiente molto suggestivo. Fa parte integrante della visita, il museo ebraico dove sono conservati diversi arredi cerimoniali, argenti e tessuti provenienti dalle antiche sinagoghe del ghetto ebraico fiorentino.

Chiesa dell’ordine francescano, la Basilica di Santa Croce vanta una lunga e prestigiosa storia. Opera dell’architetto Arnolfo di Cambio, ma con una facciata ottocentesca, all’interno conserva numerosi capolavori, fra cui due cappelle affrescate da Giotto, le sculture di Donatello, il crocifisso di Cimabue.

La Sinagoga di Firenze venne inaugurata nel 1882 ed è uno degli esempi più significativi in Europa di stile esotico – moresco. La sua grande cupola sorprende per il colore verde-azzurro e risalta nello skyline fiorentino. All’interno del tempio la luce proveniente dalle vetrate policrome è calda e diffusa, le pareti sono riccamente decorate con motivi geometrici, l’ampiezza e l’imponenza dell’edificio contribuiscono a creare un ambiente molto suggestivo. Fa parte integrante della visita, il museo ebraico dove sono conservati diversi arredi cerimoniali, argenti e tessuti provenienti dalle antiche sinagoghe del ghetto ebraico fiorentino.

La passeggiata inizierà da Piazza Santissima Annunziata e terminerà in piazza Signoria. Insieme scopriremo che il centro di Firenze è popolato da tanti animali, alcuni rappresentati in modo realistico, altri con forme fantastiche e mostruose. Animali fatti in pietra, bronzo o marmo, furono messi sui palazzi e sulle chiese fiorentine come simboli del potere delle Arti e delle corporazioni politiche, ebbero l’importante ruolo di rappresentare la grandezza e la potenza della Firenze del passato. In altri casi gli animali furono raffinati motivi decorativi, usati per guarnire l’esterno degli edifici più importanti, altri invece sono legati ad antiche credenze e tradizioni, testimoni della memoria del passato.

La Galleria dell’Accademia ospita il famoso David di Michelangelo, emblema del Rinascimento fiorentino e simbolo della libertà repubblicana. Michelangelo lo scolpì per l’Opera del Duomo, ma i fiorentini lo vollero davanti al palazzo pubblico della città a rappresentare la forza della Repubblica che da poco aveva cacciato dalla città la famiglia Medici. Ma il David non è la sola opera di Michelangelo conservata in questo museo, qui sono esposti anche quattro dei così detti Prigioni e il San Matteo. Oltre alle opere di Michelangelo, il museo ospita una ricca collezione di tavole medievali a fondo oro, molte tavole quattrocentesche prevenienti da chiese e conventi e una pregevolissima raccolta di antichi strumenti musicali.

La nostra visita partirà dal Cenacolo del Fuligno che in origine era il refettorio di un convento di suore agostiniane. L’antico edificio medievale fu ristrutturato e nel 1493 fu affrescato dal Perugino con L’ultima cena. Essendo un convento di clausura, l’affresco rimase celato al pubblico fino alla sua soppressione nell’Ottocento. Oggi il Cenacolo ospita, oltre al mirabile affresco del Perugino, alcune opere quattro-cinquecentesche e alcuni reperti antichi poiché questa fu la prima sede del museo egizio.