Turismo

Ultimi contenuti per il percorso 'Turismo'

La chiesa di San Miniato al Monte è una delle chiese più antiche della città e uno dei maggiori esempi di romanico fiorentino. Sorta su un luogo di eremitaggio, si caratterizza per la sua facciata di marmi colorati e tagliati in forme geometriche. Al suo interno la chiesa conserva importanti capolavori come il bellissimo pavimento medievale in tarsie marmoree con i segni zodiacali, la cappella del Cardinal del Portogallo e il tempietto del Crocifisso, entrambi capolavori dell’arte rinascimentale. La visita si concluderà al giardino dell’Iris, giardino dell’omonima società nata per promuovere questo fiore e che ogni anno organizza un concorso per la realizzazione di un iris scarlatto che si ispiri a quello dello stemma di Firenze.

La Toscana è protagonista per tutto il mese di marzo del programma «Borghi d’Italia», in onda su Tv2000 il sabato alle 14.30 e la domenica alle 6.20 e alle 14.25. Il conduttore Mario Placidini viaggia tra le province di Siena, Pistoia e Arezzo alla scoperta della storia, dell’arte e delle tradizioni del luogo.

Nel 2018 boom del valore delle condanne da parte della Corte dei Conti in Toscana. L'ammontare delle sanzioni inflitte dalla sezione giurisdizionale per i giudizi di responsabilità è passato dai 4,106 ai 14,244 milioni. Un dato generato in particolare modo da una multa record nei confronti di un ex direttore dell'agenzia delle Entrate e dal recupero dell'imposta di soggiorno non versata da parte degli albergatori.

Il museo degli Innocenti ha riaperto al pubblico dopo tre anni di restauri. Primo istituto dedicato all’accoglienza dei bambini abbandonati dalla famiglia d’origine, venne edificato grazie al lascito testamentario del ricco mercante pratese, Francesco Datini. Fu Filippo Brunelleschi a progettarlo secondo i canoni dell’architettura modulare, creando, nel loggiato d’ingresso, forme assolutamente razionali e armoniose. Oggi, in un percorso dove si intrecciano arte e storia, il museo racconta le vicende di tanti bambini che qui sono stati accolti e cresciuti, le sale ospitano una ricca pinacoteca con alcuni capolavori del Rinascimento fra cui le opere di Domenico Ghirlandaio, Andrea della Robbia e Sandro Botticelli, mentre la terrazza all’ultimo piano offre una vista mozzafiato sulla città.