Angelo Bagnasco

Ultimi contenuti per il percorso 'Angelo Bagnasco'

Aprendo oggi a Roma i lavori del Consiglio permanente della Cei, il card. Bagnasco ha affrontato i temi più caldi di questi mesi, dal terremoto alle sfide che ha l'Europa, dal caso di eutanasia su un minore in Belgio al referendum costituzionale, sul quale invita i cattolici ad informarsi personalmente (testo integrale prolusione).

Con la prolusione del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, si apre lunedì 26 settembre, alle 17 (diretta su Tv2000 e www.chiesacattolica.it), la sessione autunnale del Consiglio episcopale permanente.

Con la prolusione del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Conferenza episcopale italiana, si apre lunedì 26 settembre, alle 17 (diretta su Tv2000 e www.chiesacattolica.it), la sessione autunnale del Consiglio episcopale permanente.

«Adorare è recuperare la misura delle cose, quell’essenziale che conta davvero nel cammino della vita». Lo ha detto il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, presidente della Cei e inviato speciale del Papa al Congresso eucaristico nazionale, accogliendo sul molo del Porto Antico l’arrivo del Santissimo Sacramento via mare, a bordo della motovedetta 288 della Guardia Costiera.

«Vorremmo che l’Italia si accorgesse che sta accadendo qualcosa nel suo grembo, qualcosa di vero e di bello che la riguarda da vicino». È un passaggio dell’omelia del cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova, presidente della Cei e inviato speciale del Papa, nella Messa che ha aperto ieri sera a Genova, in piazza Matteotti, il 26° Congresso eucaristico nazionale, sul tema: «L’Eucaristia sorgente della missione. Nella tua misericordia a tutti sei venuto incontro».

«Benvenuti, cari amici delle delegazioni diocesane, e un fraterno abbraccio ai vescovi e ai sacerdoti! Benvenuti a Genova per partecipare al Congresso eucaristico della Chiesa Italiana. La comunità genovese vi saluta con gioia e vi accoglie con entusiasmo, sperando che ognuno si senta un po’ a casa». Inizia con queste parole il saluto del cardinale Angelo Bagnasco indirizzato a quanti parteciperanno ai lavori che si apriranno domani e pubblicato sul sito della diocesi.

Da Cracovia, dove partecipava alla Gmg, il presidente dei vescovi italiani ha avuto parole di grande apprezzamento per l'iniziativa di alcune organizzazioni islamiche di essere presenti alle Messe odierne in alcune città per testimoniare la condanna netta di ogni violenza e la vicinanza ai cattolici colpiti dalla barbara uccisione di un sacerdote a Rouen.