Bartolomeo I

Ultimi contenuti per il percorso 'Bartolomeo I'

Sabato 16 aprile papa Francesco, il patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo I e Sua Beatitudine  Hieronymos, arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia si ritroveranno nell'isola di Lesbo, nel Mar Egeo, divenuta in questi mesi meta di migliaia di rifugiati in fuga dai paesi in guerra. Scopo della iniziativa  è «contribuire alla presa di coscienza della comunità internazionale» di un problema umanitario.

Il Patriarca Bartolomeo I sarà con Papa Francesco e Sua Beatitudine Hieronymos, arcivescovo di Atene e di tutta la Grecia, nei prossimi giorni nell’isola di Lesbo nel Mar Egeo, per sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale sul problema dei rifugiati e dei cristiani perseguitati e sollecitare le istituzioni politiche competenti a prendere azioni mirate per risolvere il problema. L'annuncio è del Patriarcato ecumenico, ma padre Lombardi si mantiene cauto.

È la più grande e difficile impresa del Patriarca ecumenico di Costantinopoli Bartolomeo: convocare nel 2016 il Santo e Grande Concilio pan-ortodosso riunendo dopo dodici secoli i Patriarchi e i rappresentanti di tutte le Chiese ortodosse.  Monsignor Piero Coda: «E' della massima rilevanza il fatto  che le Chiese dell’ortodossia possano riaffermare e promuovere la comunione tra loro come premessa e trampolino di lancio per un’accelerazione del cammino di unità con la Chiesa cattolica».

«Il mondo di oggi ha un grande bisogno di riconciliazione, soprattutto alla luce del tanto sangue che è stato versato in recenti attacchi terroristici». È l’appello lanciato dal Papa nel messaggio inviato al Patriarca Bartolomeo, arcivescovo di Costantinopoli, in cui fa riferimento alla tragica situazione internazionale per suggerire un percorso di dialogo tra cattolici e ortodossi: «Possiamo accompagnare le vittime con le nostre preghiere, e rinnovare il nostro impegno per una pace duratura, promuovendo il dialogo tra le nostre tradizioni religiose, poiché l’indifferenza e l’ignoranza reciproca può portare solo alla sfiducia e purtroppo anche al conflitto».

«Siamo Chiese sorelle e abbiamo tante cose in comune». Lo ha detto il patriarca ecumenico di Costantinopoli, Bartolomeo I, in un’intervista al Tg2000, il telegiornale di Tv2000, ringraziando Papa Francesco per il messaggio ricevuto in occasione del dottorato honoris causa in «cultura dell’unità» conferito al patriarca, lunedì 26 ottobre, a Loppiano.

«Per lo straordinario impegno profuso per il raggiungimento della piena e visibile unità di tutti i cristiani a servizio della salvezza della famiglia umana» è stato assegnato al Patriarca ecumenico Bartolomeo I il dottorato honoris causa in «Cultura dell'unità» da parte dell'Istituto universitario Sophia collegato al Movimento dei Focolari.