Betori

Ultimi contenuti per il percorso 'Betori'

Rispetto delle persona umana e della ricerca del bene comune; i quarant'anni della legge sull'aborto; gli episodi di violenza e aggressività costati la vita a giovani come Niccolò Ciatti e Duccio Dini; la difesa della legalità nelle strade e nelle piazze; l'accoglienza di chi cerca una vita migliore. Sono questi i temi toccati dal cardinale Giuseppe Betori nell'omelia della festa di San Giovanni Battista.

L’assemblea del clero di metà giugno (quest’anno all’eremo di Lecceto, nel trentennale della casa di spiritualità) è l’occasione per l’annuncio di nomine e trasfermenti dei sacerdoti. I nuovi incarichi entreranno comunque in vigore dopo l’estate, con l’inizio del nuovo anno pastorale. Pubblichiamo la relazione del cardinale Betori, con tutti i cambiamenti che riguardano le parrocchie.

Per conoscere la rotta della Chiesa, e remare tutti nella stessa direzione, è importante confrontarsi con il magistero di Papa Francesco, a cui oggi è affidato il timone. Per questo la Diocesi di Firenze ha deciso di fissare, a cadenza mensile, degli incontri in cui leggere e meditare insieme le parole e i gesti del Papa: il primo appuntamento è giovedì 19 aprile alle 17,30

«Non si tratta di concerti, ma di serate in cui le composizioni musicali si innestano nel contesto sacro per cui sono tate scritte». Così il direttore artistico di «O Flos Colende», Gabriele Giacomelli, presenta il percorso quaresimale che per il secondo anno (dopo l’esperienza delle «Ultime sette parole di Cristo sulla croce» della Quaresima 2017) vede l’abbinamento tra le meditazioni proposte dal cardinale Giuseppe Betori e l’esecuzione di brani musicali ispirati allo stesso testo biblico.

Domenica prossima 14 gennaio è la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato. Nella diocesi di Firenze la celebrazione eucaristica alle 11.30 nella Chiesa di S. Salvatore a Ognissanti sarà presieduta dal card. Giuseppe Betori con la partecipazione dei rappresentanti delle comunità etniche presenti nella diocesi. Al termine della messa le comunità si tratterranno per condividere piatti multietnici