Betori

Ultimi contenuti per il percorso 'Betori'

"Il senso della Quaresima è anzitutto teologico e la conversione che essa chiede, prima della vittoria su questa o quella debolezza morale, è il nostro ritorno a Dio, alla fede in lui, da cui poi scaturisce l’obbedienza alla sua Parola e quindi anche una vita nuova". Lo ha affermato il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nella Messa per il Mercoledì delle Ceneri.

«Dopo cinque anni, la Chiesa italiana deve tornare al Convegno di Firenze e deve incominciare un processo di Sinodo nazionale, comunità per comunità, diocesi per diocesi». Sono le Parole con cui papa Francesco, nei giorni scorsi, è tornato a parlare del suo discorso nella cattedrale di Santa Maria del Fiore del 10 novembre 2015. Il cardinale Giuseppe Betori sottolinea l’urgenza di queste parole. Ecco l'intervista.

“Come san Feliciano, dobbiamo proclamare una parola di verità, che possa ridare speranza, perché in grado di sconfiggere le tenebre della ragione lasciata a se stessa e di abbattere le chiusure dei cuori induriti dai risorgenti egoismi”. Lo ha affermato l’arcivescovo di Firenze, il card. Giuseppe Betori, presiedendo nel santuario della Madonna del Pianto a Foligno la celebrazione eucaristica nella festa del patrono san Feliciano

In occasione della “Domenica della Parola di Dio” (24 gennaio) l’arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, presenta la sua nuova Lettera Pastorale “La parola di Dio cresceva”. L’appuntamento, organizzato dalla Caritas diocesana, sarà trasmesso sul canale Youtube della Caritas e rilanciato sul sito dell'Arcidiocesi di Firenze, di Toscana Oggi e di Radio Toscana venerdì 22 gennaio alle 21. 

In occasione della festa dell’Epifania, il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, è tornato, come ogni anno, all’Ospedale pediatrico Meyer. Le rigide regole imposte dalla pandemia hanno imposto una visita un po’ diversa dal solito, ma certo non meno sentita.

"È decisivo comprendere i giorni che viviamo non come tempo di privazione ma di purificazione. Una condizione che permette al nostro sguardo di poter essere ricondotto a ciò che è essenziale, al valore alto della vita anzitutto, e poi alla scelta indispensabile della condivisione". Lo ha detto il cardinale Giuseppe Betori nella Messa celebrata questa mattina in cattedrale a Firenze, nella festa dell'Epifania.