Giovanni Roncari

Ultimi contenuti per il percorso 'Giovanni Roncari'

Pitigliano ha ospitato, il 5 e il 6 giugno, una due giorni di cultura sulla tematica del dialogo e dell'amicizia dei popoli del Mediterraneo che ha avuto come focus storia, cultura e tradizioni come strumenti privilegiati di amicizia e dialogo culturale e di identità.

L'ormai ben avviato il lavoro di preparazione che il tavolo dei delegati delle Diocesi della Toscana e delle componenti della famiglia francescana stanno portando avanti, col coordinamento dei vescovi Cetoloni (Grosseto) e Roncari (Pitigliano-Sovana-Orbetello), per preparare il cammino che porterà la Toscana ad offrire l’olio per la lampada votiva a San Francesco, i prossimi 3 e 4 ottobre.

Domenica 18 novembre la Chiesa universale celebra la 2° Giornata Mondiale dei Poveri, istituita dal Papa al termine del Giubileo della Misericordia. Il titolo di quest'anno è un versetto del Salmo 34: «Questo povero grida e il Signore lo ascolta». In molte diocesi toscane sono stati organizzati momenti particolari dedicati ai poveri.

«La memoria del tempo» è il titolo del convegno in programma il 12 ottobre a Palazzo Orsini, a Pitigliano e incentrato sulla conservazione, tutela e valorizzazione dei beni culturali ecclesiastici nella diocesi di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Nell'occasione verranno anche presentati alcuni restauri di materiale archivistico.

Dall'11 al 18 giugno una delegazione diocesana, guidata dal vescovo, mons. Roncari, è in Terra Santa per siglare un gemellaggio con la Diocesi di Gerusalemme. È un nuovo passo di un percorso di dialogo interreligioso e culturale che ha per protagonista il territorio di Pitigliano-Sovana-Orbetello. Attivi anche progetti con la Rete Italiana per il Dialogo Eurometiterraneo-APS e l'Università di Firenze.

Questa domenica l’appuntamento indetto come segno del Giubileo. Anche le diocesi toscane si mobilitano: a Grosseto un incontro sulla povertà al polo universitario, a Prato  un pranzo a casa del vescovo. A Firenze visite guidate alla Badia Fiorentina. La riflessione di mons. Roberto Filippini

La scelta di chi accompagna i cresimandi durante la liturgia è una questione che pone problemi nelle parrocchie: le persone scelte dalle famiglie a volte non hanno i requisiti richiesti. Il vescovo di Pitigliano Sovana e Orbetello, monsignor Roncari, ha dato una indicazione precisa: il ruolo sia affidato a chi ha seguito il cammino di preparazione dei ragazzi.

«Pace e bene a tutti voi». Si è presentato con le parole di San Francesco il nuovo vescovo di Pitigliano Sovana Orbetello, monsignor Giovanni Roncari. La cattedrale di Pitigliano, nella prima Domenica di Avvento, si è riempita (nove vescovi, una sessantina di sacerdoti, dieci diaconi, tanti ministranti e i molti fedeli giunti da ogni parte della diocesi) per la liturgia di inizio del ministero episcopale del nuovo pastore.