Giovanni Santucci

Ultimi contenuti per il percorso 'Giovanni Santucci'

Chiesa e città di Prato attorno al vescovo mons. Franco Agostinelli per festeggiare con lui il 50° anniversario del suo sacerdozio. La ricorrenza è stata ricordata in cattedrale con una messa solenne di ringraziamento concelebrata da cinque vescovi toscani e da ottanta sacerdoti nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 8 giugno. 

I vescovi della Toscana «esprimono la loro vicinanza a mons. Giovanni Santucci, Vescovo di Massa Carrara e Pontremoli», rinviato a giudizio dal Gup di Massa per il caso di don Luca Morini, ex parroco di Caniparola, Fossone, e Avenza, oggi destituito dall’ordine sacerdotale.

«Fino alla predicazione, alla morte di Gesù non c’è bisogno di fede: è storia...  Con la morte e resurrezione tutto cambia. Da quel momento in poi solo la fede ci permette di entrare in contatto con Lui». Lo scrive il vescovo di Massa Carrara-Pontremoli, mons. Giovanni Santucci, nel suo messaggio di Pasqua in cui invita a guardare con occhi di fede al mistero della Resurrezione, che ci dona una certezza: «la morte non è invincibile».

Nel Natale «incontriamo la sconvolgente tenerezza di Dio che si china sui nostri limiti, sulle nostre debolezze, sui nostri peccati e si abbassa fino a noi». Lo scrive il vescovo di Massa Carrara-Pontremoli, mons. Giovanni Santucci, nel suo messaggio di auguri per il Natale in cui invita a scoprire iche l’amore di Dio amore «non ha confini e la sua misericordia ci avvolge come un manto di luce purissima».

Questa domenica l’appuntamento indetto come segno del Giubileo. Anche le diocesi toscane si mobilitano: a Grosseto un incontro sulla povertà al polo universitario, a Prato  un pranzo a casa del vescovo. A Firenze visite guidate alla Badia Fiorentina. La riflessione di mons. Roberto Filippini