Giuseppe Betori

Ultimi contenuti per il percorso 'Giuseppe Betori'

Il card. Giuseppe Betori, Arcivescovo di Firenze, esprime «la gratitudine sua e di tutta la Chiesa Fiorentina per la decisione del Santo Padre Francesco di promulgare il decreto con cui viene riconosciuto che Giorgio La Pira ha professato in modo eroico le virtù cristiane e d’ora in poi quindi la Chiesa lo proclama Venerabile e lo propone alla venerazione dei fedeli».

Rispetto delle persona umana e della ricerca del bene comune; i quarant'anni della legge sull'aborto; gli episodi di violenza e aggressività costati la vita a giovani come Niccolò Ciatti e Duccio Dini; la difesa della legalità nelle strade e nelle piazze; l'accoglienza di chi cerca una vita migliore. Sono questi i temi toccati dal cardinale Giuseppe Betori nell'omelia della festa di San Giovanni Battista.

L’assemblea del clero di metà giugno (quest’anno all’eremo di Lecceto, nel trentennale della casa di spiritualità) è l’occasione per l’annuncio di nomine e trasfermenti dei sacerdoti. I nuovi incarichi entreranno comunque in vigore dopo l’estate, con l’inizio del nuovo anno pastorale. Pubblichiamo la relazione del cardinale Betori, con tutti i cambiamenti che riguardano le parrocchie.

«La festa della Liberazione ci chiede di non dimenticare, ma di fare costante memoria di un popolo che, seppure tra le vicende drammatiche della guerra, ha continuato ad anelare alla libertà, per la salvaguardia della propria identità». Lo ha detto il card. Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, nel suo saluto in piazza Santa Croce all’iniziativa organizzata per la ricorrenza del 73° anniversario della liberazione dell’Italia dall’occupazione nazi-fascista.

«Il piccolo Alfie Evans sia lasciato affidato all'amore dei suoi genitori». Lo ha detto l'arcivescovo di Firenze, card. Giuseppe Betori, ieri sera a Scandicci, Scandicci in occasione della Festa diocesana della famiglia, pronunciandosi sulla vicenda del bambino inglese di 23 mesi affetto da malattia neurodegenerativa di cui non si conosce la causa.