Gualtiero Bassetti

Ultimi contenuti per il percorso 'Gualtiero Bassetti'

Percorrere la «via caritatis» assumendo lo sguardo del samaritano e sviluppando «l'arte del rammendo» delle relazioni. Curare la formazione di chi accompagna i fidanzati, essere capaci di offrire una «terapia della speranza» alle persone ferite dal fallimento del loro matrimonio. Queste, in estrema sintesi, le indicazioni offerte dal card. Gualtiero Bassetti che guida la delegazione della Chiesa italiana all'Incontro mondiale delle famiglie di Dublino.

I giovani sono «l’icona del popolo di Dio». Lo ha detto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, all’inizio della Messa che ha presieduto in piazza San Pietro a conclusione della «due giorni» dei giovani italiani con il Papa in preparazione al Sinodo che sarà loro dedicato ad ottobre.

«Siamo qui per evocare un fatto che sta riguardando tutta la Penisola, invasa da un esercito pacifico». Con questa immagine il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha descritto le decine di migliaia i giovani che, da tutte le diocesi italiane (195 su 226), stanno convergendo a Roma per la «due giorni» di incontro con il Papa, in vista del Sinodo, al Circo Massimo e in piazza San Pietro. Il programma

«Occorre fare giustizia: gli esseri umani non possono vivere in tuguri come i topi». Con queste parole il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha concluso la conferenza stampa di presentazione dell’incontro dei giovani italiani con il Papa, in programma l’11 e 12 agosto a Roma in preparazione del Sinodo di ottobre. 

A Firenze per celebrare l'eucarestia in San Miniato al Monte, la basilica che festeggia i mille anni di vita, in occasione della festa di San Benedetto, il presidente dei vescovi italiani, parlando con i giornalisti, ha ribadito la posizione della Chiesa sulla questione immigrazione e ha parlato anche di Europa e di Giorgio La Pira. 

Intervenendo ieri sera  alla «Veglia di preghiera per l'Italia» organizzata dalla Comunità di Sant'Egidio nella basilica di Santa Maria in Trastevere, il presidente dei vescovi italiani ha fatto gli auguri al nuovo governo e ha invitato i cattolici ad «avviare nuovi processi, senza preoccuparsi di occupare spazi di potere». Ecco il testo integrale del suo intervento.