Gualtiero Bassetti

Ultimi contenuti per il percorso 'Gualtiero Bassetti'

«Nel mondo, che sta attraversando un periodo di drammatiche divisioni, non si può sottovalutare il ruolo pacificatore e umanitario delle Chiese». Lo ha detto questa mattina nel suo saluto a Papa Francesco il Metropolita Hilarion di Volokolamsk, capo del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca.

Un incontro di tre giorni a Roma nel segno del dialogo e della fraternità tra una delegazione del Patriarcato russo ortodosso e una della Cei. A guidare la delegazione russa è il Metropolita Hilarion di Volokolamsk, capo del Dipartimento per le relazioni esterne del Patriarcato di Mosca. A fare invece «gli onori di casa» alla Cei ci sono mons. Nunzio Galantino, e mons. Ambrogio Spreafico.

«Il nuovo umanesimo» è «una grande sfida, non solo per la Chiesa, ma per l'umanità intera». Ne è convinto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, che questa mattina ha inaugurato a Roma il XVI convegno annuale promosso dall'associazione Scienza & Vita sul tema «Homo Cyborg. Il futuro dell'uomo, tra tecnoscienza, intelligenza artificiale e nuovo umanesimo».

«La riduzione delle diocesi sarà un processo lungo». Ne è convinto il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, che durante la conferenza stampa di chiusura dell'assemblea generale in Vaticano ha risposto alle domande dei giornalisti su uno dei temi che è stato oggetto dell'incontro «a porte chiuse» tra il Papa e i vescovi nella giornata di apertura. 

«Noi saremo molto vigilanti nei confronti di coloro che vanno al governo. Come abbiamo sempre fatto, saremo coscienza critica». A conclusione dell'assemblea generale dei vescovi italiani, il card. Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve e presidente della Cei, ha risposto così alle domande dei giornalisti sull'attuale scenario politico. 

Comunicato finale sull'Assemblea. Due ore di «confronto a porte chiuse» con il Papa sulla riduzione delle diocesi. In politica serve «conversione culturale» per «dare continuità» al ruolo dei cattolici. «Simpatia critica» verso i «new media». Il cammino verso il Sinodo dei giovani.

«Consapevoli della nostra insufficienza dinanzi al mistero, siamo invitati a sentirci non padroni ma servitori del Regno di Dio, compagni di cammino, anche se con la missione di pastori, nei confronti di tante persone e realtà che il Padre ha messo nelle nostre mani». Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, card. Gualtiero Bassetti, nell'omelia della messa celebrata con i vescovi presenti all'Assemblea generale, questa mattina, nella basilica di San Pietro.

Ampio spazio alla situazione del Paese nell'introduzione (testo integrale) ai lavori dell'Assemblea dei vescovi da parte del card. Gualtiero Bassetti. «Chi si impegna nell'amministrare la cosa pubblica deve ritornare ad essere un nostro figlio prediletto». «Non basta avere un governo per poter guidare il Paese».

«Sono qui per dirvi ‘grazie' e per dirvi, nel modo in cui possiamo, ‘andiamo avanti'». È l'incoraggiamento rivolto ieri pomeriggio dal presidente della Cei, card. Gualtiero Bassetti, al Consiglio nazionale della Fisc (la Federazione cui fanno capo circa 190 testate diocesane) e all'assemblea del Corallo (associazione che raggruppa 193 radio e 62 televisioni di tutte le regioni italiane, 2 consorzi radio e un'agenzia di informazione a diffusione nazionale), incontrandoli a Roma alla vigilia dell'assemblea generale dei vescovi italiani, dedicata alla comunicazione.