Pietro Parolin

Ultimi contenuti per il percorso 'Pietro Parolin'

L'implementazione del Global Compact for Migration «aiuterà tutti i governi, così come le entità non governative, comprese le organizzazioni religiose, a gestire collettivamente la migrazione in modo più sicuro, ordinato e regolare, cosa che nessuno Stato può ottenere da solo». Lo ha detto ieri il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, capo della Delegazione della Santa Sede, nell'intervento pronunciato nel corso del dibattito generale alla Conferenza intergovernativa «Adopt the Global Compact for Safe, Orderly and Regular Migration» che si chiude oggi a Marrakech (Marocco).

Si tiene oggi e domani al Quirinale il convegno «L'Azione cattolica italiana nella storia del Paese e della Chiesa (1868-2018)» in chiusura degli eventi promossi per i suoi 150 anni di vita. Il messaggio del card. Parolin e gli interventi di Truffelli e Formigoni. Nel pomeriggio l'incontro con Mattarella.

Una «chiara, lungimirante e forte volontà politica» è necessaria per limitare il riscaldamento globale e raggiungere gli obiettivi dell'Accordo di Parigi del 2015 sul cambiamento climatico. Il cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, è intervenuto alla Cop24 in corso a Katowice (Polonia) portando anzitutto il saluto e le espressioni di «vicinanza, sostegno e incoraggiamento» da parte di Papa Francesco ai lavori della stessa conferenza sul clima e la tutela dell'ambiente.

«La politica deve ritrovare il suo ruolo di mediazione sociale per edificare il bene comune». Ne è convinto il card. Pietro Parolin, Segretario di Stato vaticano, intervenuto all'incontro odierno con il Corpo diplomatico accreditato presso la Santa Sede, promosso da Rondine Cittadella della pace nell'Aula vecchia del Sinodo. 

«Toniolo fu protagonista instancabile di impegno sociale, ma anche teorico di un disegno globale di rinnovamento». Lo scrive il card. Pietro Parolin Segretario di Stato vaticano, in una lettera all’arcivescovo di Milano, mons. Mario Delpini, in occasione del convegno per il centenario della morte del beato Giuseppe Toniolo, all’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Non c'è il benestare della Santa Sede per traslare la salma di Francisco Franco dal mausoleo dove ora si trova alla cattedrale di Almudena, a Madrid, come vorrebbero i familiari. Lo ha precisato oggi il portavoce vaticano riferendo dell'incontro avuto ieri dal card. Pietro Parolin con il vicepresidente del governo spagnolo. Occorre trovare soluzioni alternative.

«Sappiamo tutti quanto sia precaria la situazione del nostro pianeta oggi. L'enciclica è infatti una risposta tempestiva a una delle sfide più urgenti che l'umanità deve affrontare oggi, vale a dire un possibile collasso della stessa casa che ci sostiene e tutte le forme di vita». Lo ha detto il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, nel suo intervento di apertura della conferenza internazionale «Saving our common home and the future of life on earth» (Vaticano - Aula Nuova del Sinodo, 5-6 luglio) nel terzo anniversario di pubblicazione dell'enciclica Laudato si'.