Pietro Parolin

Ultimi contenuti per il percorso 'Pietro Parolin'

Parla Sharazade Houshmand, teologa musulmana, che accoglie senza esitazione la proposta lanciata ieri dal cardinale segretario di Stato vaticano Pietro Parolin di coinvolgere anche i musulmani nella celebrazione del Giubileo . «Certo che è possibile – dice -, proprio sulla base del fatto che il nome per eccellenza del Dio del Corano è Misericordia

«Mentre il percorso di riforma di alcune strutture della Curia Romana, alla quale si sta dedicando il Consiglio di Cardinali da me istituito il 28 settembre 2013, sta procedendo secondo il programma stabilito, debbo rilevare come siano emersi nel frattempo alcuni problemi, ai quali intendo prontamente provvedere». Esordisce così Papa Francesco nella lettera inviata oggi al cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, sulla riforma di alcune strutture della Curia romana.

L'intervento del cardinale Pietro Parolin a margine della visita al policlinico Gemelli di Roma. L'orrore che si sta consumando in Europa «ci lascia allibiti: che possa succedere questo ai nostri giorni è qualcosa di incredibile». Quindi un pensiero alla Siria sulla cui situazione, «come su tante altre, c’è sempre la tendenza a dimenticare».

L’esito del referendum irlandese «è una sconfitta dell’umanità». Lo ha detto ieri sera il cardinale segretario di Stato, Pietro Parolin, a margine della cerimonia di consegna del premio per la dottrina sociale della Chiesa, bandito dalla Fondazione «Centesimus Annus», tenutasi al Palazzo della Cancelleria a Roma.

«La Santa Sede desidera collaborare con la Romania per il rafforzamento dei rapporti bilaterali e per la promozione della concordia e della pace nel mondo». È l'auspicio espresso dal cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato, intervenendo stasera alla celebrazione dei venticinque anni del ristabilimento delle relazioni diplomatiche, svoltasi al palazzo della Cancelleria, a Roma.

«Il villaggio dimenticato da Dio/Dio dimenticato dal villaggio». Ha usato questa espressione del poeta locale Vladimir Niakliaev il cardinale segretario di Stato Pietro Parolin, per introdurre l'omelia della celebrazione da lui officiata ieri nell'arcicattedrale di Minsk, durante la sua visita in Bielorussia.

L'avanzata dello Stato islamico in Libia va arginata. Alla fine del consueto incontrato bilaterale a Roma tra Italia e Santa Sede, in ricorrenza dei Patti Lateranensi, riferisce Radio Vaticana, il segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, ha detto che «occorre intervenire presto, ma sotto l'ombrello Onu».

«Per gli italiani speriamo sia un Natale sereno anche se sappiamo che ci sono tante nuvole che si addensano sul loro cielo». Lo ha detto ieri sera ai giornalisti presenti il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato Vaticano, davanti la basilica di San Francesco d'Assisi prima dell'accensione dell'albero di Natale che si è tenuta alle 18.30.