Rodolfo Cetoloni

Ultimi contenuti per il percorso 'Rodolfo Cetoloni'

«Guardo alla bellezza del Natale e vorrei augurarlo a tutti buono, carico di gioia… Ma ho anch’io paura del buio, che, in questi giorni, sembra farsi più scuro: terrorismo, violenza, guerra e, sotto sotto, ingiustizie, sangue, divisioni, mercato delle armi…». Inizia così il messaggio d'auguri natalizi del vescovo di Grosseto, Rodolfo Cetoloni, intitolato «Un Natale pensoso, ma nella luce». Lo pubblichiamo integralmente.

Appuntamento domenica 20 dicembre in piazza Duomo alle 15.30. Poi l’ingresso in Cattedrale dalla Porta Santa, l’ascolto del Vangelo della nascita di Gesù, la benedizione dei Bambinelli, il canto «Tu scendi dalle stelle». Sarà distribuita la lettera di Natale che il vescovo Rodolfo ha scritto ai più piccoli: «Apriamo gli occhi è Natale», animata è strutturata come un piccolo libretto tascabile

Il rito solenne ha avuto inizio dalla chiesa di San Francesco, poi la processione lungo il corso cittadino fino al Duomo. Tutti i presenti hanno attraversato la Porta Santa e mons. Cetoloni ha presieduto la concelebrazione eucaristica: «Il gesto della Porta Santa aperta e attraversata è di un attimo, ma l’amore di Dio che gioisce per noi è per sempre. Questo è il Giubileo!».

Il vescovo Rodolfo, profondamente colpito e scosso dalla tragedia che ha colpito al cuore Parigi, nel rivolgere a Dio la preghiera per tutte le vittime e per le istituzioni francesi, chiamate a fronteggiare uno snodo drammatico della loro storia, vuole inviare un messaggio che aiuti tutti a non distogliere lo sguardo da ciò che è essenziale.