Vita Chiesa

Ultimi contenuti per il percorso 'Vita Chiesa'

«I cattolici devono sentire il bisogno di recuperare il contatto con la Parola di Dio». Ne è convinto mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, intervenuto oggi durante la presentazione, presso la Sala Stampa della Santa Sede, della prima Domenica della Parola di Dio, che si celebra per la prima volta domenica 26 gennaio.

Era stato ricoverato all'ospedale S. Luca di Lucca proprio per le festività natalizie, ma poi don Samuele Tognarelli aveva chiesto di tornare nella "sua" canonica di Sant'Alessio, vicino Lucca, dove poi è morto nella notte di giovedì 9 gennaio. I funerali saranno presieduti dall'arcivescovo Paolo Giulietti sabato 11 gennaio alle ore 15 nella chiesa di Sant'Alessio.

L’ incontro con Gesù infonde nei Magi «una nuova spinta per ritornare al loro paese, per raccontare ciò che hanno visto e la gioia che hanno provato. In questo c’è una dimostrazione dello stile di Dio, del suo modo di manifestarsi nella storia. L’esperienza di Dio non ci blocca, ma ci libera; non ci imprigiona, ma ci rimette in cammino, ci riconsegna ai luoghi consueti della nostra esistenza». Lo ha detto il Papa nell’Angelus in piazza San Pietro per la Solennità dell’Epifania del Signore. 

«Se perdiamo il senso dell’adorazione, perdiamo il senso di marcia della vita cristiana, che è un cammino verso il Signore, non verso di noi. È il rischio da cui ci mette in guardia il Vangelo, presentando, accanto ai Magi, dei personaggi che non riescono ad adorare». Lo ha detto Papa Francesco nella messa per la Solennità dell’Epifania del Signore nella Basilica Vaticana.

“La Toscana ha una identità forte, culturale e di fede. Siamo caricati di una responsabilità grossa, bisogna cogliere questi elementi che ci vengono offerti: basta lagnarsi, serve ottimismo. Siamo all’altezza del compito”. Così l’arcivescovo di Arezzo, Cortona e Sansepolcro Riccardo Fontana ha spiegato il senso del convegno promosso dalla Commissione cultura e comunicazione della Conferenza Episcopale Toscana sul tema “Umiltà, disinteresse, beatitudine. Rileggere il Convegno ecclesiale di Firenze” che si è svolto oggi alla Facoltà teologica dell’Italia centrale. 

Consegnata il 6 ottobre nella Cattedrale di Lucca la lettera "Parliamone ancora..." dell'arcivescovo Paolo Giulietti. Inviata al clero, alle religiose e ai religiosi, e ai fedeli laici della diocesi lucchese, vuole informare di quanto emerso negli incontri avuti nelle Zone pastorali tra maggio e luglio 2019.