8xmille

Ultimi contenuti per il percorso '8xmille'

«Cerchiamo un progetto serio, che porti il sorriso tra la gente». È questo lo slogan che promuove in tutte le parrocchie italiane il concorso I feel CUD, giunto alla sua quarta edizione, cui sono invitati a partecipare i giovani tra i 18 e i 35 anni di età e i loro parroci. In palio contributi economici per realizzare un progetto di utilità sociale nella propria parrocchia, ideato dai giovani stessi. L’inizio è previsto per il primo marzo 2014.

Una diminuzione delle somme derivanti dall'otto per mille dell'Ire per l'anno 2013: è quanto segnala la Cei con una scheda diffusa al termine dei lavori della 65ª assemblea generale. Ne ha parlato oggi il cardinale Angelo Bagnasco con i giornalisti presso l'Aula Nervi in Vaticano.

«La Chiesa non ha nulla da nascondere; la credibilità va guadagnata sul campo; promuovere una mentalità del rendiconto; trasformare i principi in norme precise; aspirare a essere un modello in positivo»: sono queste alcune «azioni semplici» per rafforzare «la percezione dell'immagine autentica della Chiesa nel suo rapporto con il patrimonio che è chiamata a gestire» come nel caso degli Istituti diocesani per il sostentamento clero (Idsc). A parlarne al convegno nazionale degli Idsc, che si chiude oggi a Roma, è stato mons. Domenico Pompili, sottosegretario Cei e direttore dell'Ufficio per le comunicazioni sociali.

«Fare dell'amministrazione dei beni una testimonianza credibile del rapporto competente e libero» del cristiano «con il denaro e con i beni materiali», che può diventare uno «strumento di annuncio concreto e convincente per l'uomo di oggi». È l'invito rivolto da mons. Mariano Crociata, segretario generale della Cei, ai partecipanti al Convegno nazionale degli istituti diocesani per il sostentamento del clero in corso a Roma.

A 27 anni dalla sua introduzione, il sistema del «sostentamento del clero», organizzato a partire dagli accordi tra lo Stato italiano e la Chiesa per l'attribuzione del cosiddetto «8 per mille» dell'Irpef, si sottopone da questa sera a Roma a un approfondito esame. Sono infatti radunati presso la «Domus Mariae» di via Aurelia oltre 400 rappresentanti dei 218 Istituti diocesani, su iniziativa dell'Istituto Centrale per il Sostentamento del Clero (Icsc), che fa capo alla Cei.

Un parroco ci scrive a proposito della decisione della Conferenza episcopale tedesca di negare i sacramenti a chi chiede la cancellazione dai registri statali dei cattolici e ci racconta la sua esperienza da missionario in Rwanda.