Anno della fede

Ultimi contenuti per il percorso 'Anno della fede'

In questo anno particolare in cui siamo chiamati ad approfondire la nostra fede, arriva dai vescovi della Toscana un documento per incoraggiare i credenti, ma anche per «chi cerca la verità con cuore sincero». Monsignor Mario Meini ce ne illustra il testo, allegato questa settimana al settimanale Toscana Oggi.

«Un momento di fede che ritrova nella semplicità delle espressioni e della pietà popolare la sua matrice più radicata nella nostra gente, che senza interruzione vive di questi momenti come un forte richiamo alla fede delle generazioni precedenti e a una tradizione che merita di essere testimoniata con coraggio ed entusiasmo». Così mons. Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, ha definito l'evento dell'Anno della fede dedicato alla pietà popolare, in programma dal 3 al 5 maggio.

«Rallegriamoci, non c’è spazio alla tristezza in questo giorno!». Sulle note di questa e molti altri canti e balli è iniziata l’incontro dei Giovani della Toscana a Firenze, il 21 aprile, giunti di prima mattina al convento francescano di San Salvatore alle Croci. "Mi hai chiamato, ho risposto"

" target="_blank">GUARDA LE FOTO

In occasione dell'«Anno della fede», l'Opera del Duomo di Firenze si è fatta promotrice di un progetto per cambiare il modo di visitare le chiese fiorentine a partire dall’aspetto religioso che è inseparabile dalla bellezza della città. Tra le iniziative, una «Carta del pellegrino», quattro itinerari e una serie di servizi innovativi. Ne parliamo con Franco Lucchesi, presidente dell'Opera di Santa Maria del Fiore VIDEO

In questa intervista monsignor Timothy Verdon presenta il suo nuovo libro: una guida per scoprire, nell’Anno della fede, quel terreno culturale, religioso ed ecclesiale da cui sono nate le opere che milioni di persone vengono ad ammirare nel capoluogo toscano.

«È chiaro che ogni anno è anno della fede per noi credenti, ma è importante che in questo periodo che è appena iniziato sia messa a fuoco la professione di fede, l’atto della professione di fede e la fede come adesione al contenuto della piena rivelazione del Signore». Con queste parole mons. Gastone Simoni ha aperto anche nella nostra diocesi l’Anno della Fede, indetto da Benedetto XVI. Dal numero 37 del 21 ottobre 2012.