Benedetto XVI

Ultimi contenuti per il percorso 'Benedetto XVI'

Si celebra il 2 febbraio la Giornata per la vita consacrata. Nell'occasione abbiamo intervistato Suor Manuela Latini, delle Figlie della Carità di San  Vincenzo de’ Paoli, delegata USMI di Firenze ma che in passato ha diretto anche Casa Santa Marta, a Roma, rendendola quella struttura ospitale che poi Papa Francesco ha scelto come sua abitazione.

Il Papa si è congratulato a lungo con i due vincitori del Premio Ratzinger 2016, nel corso della cerimonia svoltasi nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico. Mons Inos Biffi è stato premiato per riconoscimento dei meriti di una vita intera dedicata agli studi teologici nella Chiesa e nel suo servizio. Il professor Ioannis Kourempeles invece per aver cercato un connubio fra il pensiero di Ratzinger e la teologia ortodossa. Un’occasione di festa, quella odierna, che è arrivata al termine del simposio Internazionale sul tema dell’Escatologia, fondamentale secondo Bergoglio per riflettere sul senso della vita e della storia senza restare chiusi in una impostazione materialistica o mondana.

Al termine della celebrazione del Concistoro, Papa Francesco e i sedici nuovi cardinali che hanno preso parte alla celebrazione, sono saliti su due pullmini che li hanno portati al Monastero Mater Ecclesiae, in Vaticano, per incontrare Benedetto XVI. 

Nella cappella del monastero Francesco ha abbracciato affettuosamente il Papa emerito, seguito dai neoporporati, dal venezuelano Porras Cardozo, arcivescovo di Merida, fino all’arcivescovo di Chicago Cupich (sh). 

Un incontro fraterno caratterizzato da gioia e semplicità e concluso con la preghiera del Padre Nostro e la benedizione di Benedetto XVI e di Papa Francesco.

«Il nuovo libro intervista delle conversazioni di Benedetto XVI con Peter Seewald, in libreria e nelle edicole in diverse lingue da questo venerdì 9 settembre, è certamente per molti una sorpresa, ma possiamo ben dire una bella sorpresa». È il commento, pubblicato da Radio vaticana, di padre Federico Lombardi, presidente del Consiglio di amministrazione della Fondazione vaticana Joseph Ratzinger-Benedetto XVI.

Un discorso fatto di recente da mons. Georg Gänswein – segretario di papa Benedetto, nominato poi dalla stesso Ratzinger arcivescovo e  prefetto della Casa pontificia - sembra aver aperto dubbi sulla conduzione della Chiesa, tanto che pur senza commentare le parole di mons. Gänswein, è dovuto intervenire con una precisazione lo stesso papa Francesco...

«Benedetto XVI è stato un rivoluzionario. La sua rinuncia è stata il suo ultimo atto di governo»: così Papa Francesco, in un’intervista rilasciata al quotidiano argentino La Nacion .  È martedì 28 giugno quando Francesco rilascia l’intervista, nel giorno in cui Benedetto XVI celebra, pubblicamente, i suoi 65 anni di ordinazione sacerdotale.

Un abbraccio riconoscente e intriso di affetto. Si può fissare in questa immagine l’incontro, svoltosi in Vaticano, tra Papa Francesco e Benedetto XVI, in occasione del 65.esimo anniversario dell’ordinazione sacerdotale del Papa merito. Una volta in più, il Successore di Pietro ha rivolto parole di gratitudine e ammirazione per un pastore che ha speso la propria vita sempre con “lo sguardo e il cuore rivolto a Dio”, e che ancora oggi “non smette di contribuire veramente con vigore e sapienza” alla crescita della Chiesa. E lo fa, ha precisato Papa Bergoglio, da quel piccolo Monastero Mater Ecclesiae in Vaticano, quasi una “Porziuncola”, “che si rivela in tal modo essere tutt’altro che uno di quegli angolini dimenticati nei quali la cultura dellos carto di oggi tende a relegare le persone quando le loro forze vengono meno".