Cardinali

Ultimi contenuti per il percorso 'Cardinali'

A sorpresa dopo aver salutato i fedeli il Papa ha annunciato con grande gioia un Concistoro il prossimo 28 giugno per la nomina di cinque nuovi cardinali. Francesco ha rimarcato come la loro provenienza da diverse parti del mondo sia espressione della cattolicità della Chiesa diffusa su tutta la Terra, così come l’assegnazione di un titolo o di una diaconia sigilli l’appartenenza dei porporati alla diocesi di Roma. Il giorno seguente 29 giugno, Solennità dei Santi Apostoli Pietro e Paolo, Papa Francesco concelebrerà la Santa Messa con i nuovi cardinali, con il collegio cardinalizio, con i nuovi vescovi, i metropoliti, ed alcuni presbiteri. 

Ecco i nomi dei nuovi Cardinali:

1- S.E. Mons. Jean Zerbo, Arcivescovo di Bamako, Malí.

2- S.E. Mons. Juan José Omella, Arcivescovo di Barcellona, Spagna.

3- S.E. Mons. Anders Arborelius, ocd, Vescovo di Stoccolma, Svezia.

4- S.E. Mons. Louis-Marie Ling Mangkhanekhoun, Vescovo titolare di Acque nuove di Proconsolare, Vicario Apostolico di Paksé,     Laos.

5- S.E. Mons. Gregorio Rosa Chávez, Vescovo titolare di Mulli, ausiliare dell’Arcidiocesi di San Salvador, El Salvador.

Affidiamo i nuovi Cardinali alla protezione dei Santi Pietro e Paolo, affinché con l’intercessione del Principe degli Apostoli, siano autentici servitori della comunione ecclesiale e con quella dell’Apostolo delle genti, siano annunciatori gioiosi del Vangelo nel mondo intero e, con la loro testimonianza ed il loro consiglio, mi sostengano più intensamente nel mio servizio di Vescovo di Roma, Pastore universale della Chiesa.

Stamani Papa Francesco ha ricevuto in udienza il cardinale Angelo Amato, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, e autorizzato la promulgazione di una serie di decreti. Tra questi uno riguarda l'arcivescovo di Firenze, il cardinale Elia Dalla Costa. Il card. Giuseppe Betori ha espresso la gratitudine al Papa della Chiesa fiorentina.

Durante l’ultima riunione del «C9», che si concluderà stasera, «è proseguita la discussione sulla Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli (Propaganda Fide); la Congregazione per le Chiese Orientali; il Pontificio Consiglio per il dialogo interreligioso». A riferirlo ai giornalisti, durante il briefing di oggi, è stata la vicedirettrice della Sala Stampa della Santa Sede, Paloma Garcia Ovejero.

Nel giorno del suo 80esimo compleanno, tra migliaia di messaggi di auguri arrivati da tutto il mondo, Papa Francesco ha iniziato la giornata celebrando la messa nella cappella Paolina con 60 cardinali. Nell’omelia prendendo spunto da un brano della Lettera agli Ebrei il Pontefice ha ribadito in questo tempo intenso di Avvento, la necessità per la Chiesa e il cristiano di fermarsi e fare memoria, per rinforzare l’anima e andare avanti. Il non dimenticare - ha spiegato papa Bergoglio - è proprio dell’amore. Così come l’avere sempre in mente il bene che abbiamo ricevuto, il cammino e le opere fatte dai nostri padri. 

Alla XVII riunione del C9, che si conclude questo pomeriggio, «erano presenti tutti i cardinali»: il Papa è stato presente «per la maggioranza della riunione», tranne stamattina per l’udienza generale. Lo ha riferito il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Greg Burke, nel briefing odierno, in cui ha annunciato che la prossima riunione dei cardinali consiglieri che affiancano il Papa nella sua opera di riforma della Curia è in programma il 13, 14 e 15 febbraio 2017.

La Messa nella festa dell'Immacolata, nella cattedrale di Santa Maria del Fiore a Firenze, è stata presieduta dal cardinale Ernest Simoni, il sacerdote albanese (da alcuni anni residente a Firenze, presso alcuni parenti) la cui storia fece piangere di commozione Papa Francesco, che ha voluto rendere omaggio alla sua testimonianza di fede consegnandoli la berretta cardinalizia nel recente Concistoro.