Cardinali

Ultimi contenuti per il percorso 'Cardinali'

Giunti alla meta con la certezza dell’amore del Signore, il giudice le cui caratteristiche sono la misericordia e la pietà. Così Papa Francesco ha ricordato i cardinali e i vescovi defunti in questo anno nella messa celebrata in loro suffragio nella Basilica Vaticana. “Il cammino verso la casa del Padre – ha affermato - comincia, per ciascuno di noi, nel giorno stesso in cui apriamo gli occhi alla luce e, mediante il Battesimo, alla grazia”. Il Pontefice ha poi evidenziato la loro testimonianza e l’amore donato agli altri, “con la parola e l’esempio – ha proseguito - hanno esortato i fedeli a fare altrettanto”.

Nunzio apostolico in Siria, Mario Zenari è uno dei 13 nuovi cardinali che riceveranno la porpora nel Concistoro di sabato 19 novembre. L'annuncio di Papa Francesco è arrivato ieri all'Angelus. A Damasco come nunzio dal 30 dicembre 2008, nominato da Benedetto XVI, si è sempre prodigato in questi anni di guerra a favore di una soluzione pacifica del conflitto e impegnato in prima persona per portare aiuto e sostegno alla popolazione. E’ proprio al popolo siriano e alle sue sofferenze che il diplomatico dedica la porpora cardinalizia.

Che ci sarebbero stati presto nuovi cardinali il Papa lo aveva già annunciato ai giornalisti sul volo di ritorno da Baku ma sulla data del concistoro c’era ancora molta incertezza. A sorpresa oggi il Papa, all’Angelus, ha annunciato che saranno 13 da 11 Paesi e che verranno creati nel concistoro del 19 novembre, alla vigilia della conclusione del Giubileo della Misericordia. A loro si aggiungono 4 cardinali ultraottantenni, tra i quali anche un sacerdote albanese.

Quasi un’ora di conversazione, spaziando su vari temi di interesse internazionale, ripartiti in 11 domande. Ancora una volta, Papa Francesco, nonostante la stanchezza del viaggio, non si è sottratto ai giornalisti e sul volo di rientro dall’Azerbaijan ha tenuto la conferenza stampa. Anzitutto ha espresso gratitudine per questo pellegrinaggio, che gli ha permesso di conoscere la Georgia, un Paese di grande storia e cultura, “cristiana nel midollo”, il cui Patriarca è un vero “uomo di Dio”; e l’Azerbaijan, dove c’è una “grande libertà religiosa”. Partendo dagli auspici di pace stabile nel Caucaso, il Pontefice ha poi ribadito che l’unica via contro la guerra sono il dialogo e negoziati sinceri.

La Curia romana non è un monolito inalterabile. Se si guarda alla storia dell’ultimo secolo, appare con evidenza che questa non è un apparato immobile: da Pio X (1908) a Paolo VI (1967), passando per Giovanni Paolo II (1988) e per Benedetto XVI che pure ha introdotto alcuni mutamenti e novità. «La Curia romana - sintetizza, in modo chiaro, monsignor Marcello Semeraro, segretario del C9 - non è un’entità autonoma ma uno strumento di aiuto al Successore di Pietro: ha senso esclusivamente se legata a lui».

Un nuovo «Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale», che riunirà dal 1° gennaio 2017 il Pontificio Consiglio per la giustizia e per la pace, il Pontificio Consiglio «Cor Unum», il Pontificio Consiglio della pastorale per i migranti e gli itineranti e il Pontificio Consiglio della pastorale per gli operatori sanitari. Lo ha istituito Papa Francesco con Motu proprio che (insieme al relativo Statuto) verrà pubblicato su «L’Osservatore Romano» di oggi.