Caritas

Ultimi contenuti per il percorso 'Caritas'

«L'escalation della violenza rende la situazione in Libia sempre più preoccupante. Centinaia le vittime e oltre 25.000 gli sfollati interni fuggiti dalle aree di scontro, ma il numero aumenta di ora in ora, via via che il conflitto si espande. Se i combattimenti non cesseranno, incombe il rischio di una crisi umanitaria di vaste proporzioni su scala regionale con flussi importanti di profughi nei paesi limitrofi: Tunisia, Algeria, Egitto in primis, e anche verso le coste europee». Lo denuncia in una nota oggi Caritas Italiana.

«Una ferita grande e grave che continua a lacerare gli inizi di questo XXI secolo. Ferita che grida al cielo». Così il Papa ha definito la grave crisi migratoria che stiamo affrontando, citata già nella seconda parte del suo primo discorso in Marocco, rivolto alle autorità. «Non vogliamo che l’indifferenza e il silenzio siano la nostra parola», ha detto Francesco durante l’incontro con i migranti, nella sede della Caritas diocesana di Rabat (testo integrale)

La 'Casa della Carità', nata a Firenze nel popoloso quartiere di Novoli per dare una riposta concreta all'esigenza di servizi e housing sociale per persone svantaggiate, è stata completata ed entra in piena attività. Nel condominio solidale convivono, sono in relazione, e trovano sostegno le categorie più fragili: persone con difficoltà economiche, anziani, bambini e migranti, ben inseriti nel contesto sociale cittadino.

A Firenze, stasera, la prima «cena interreligiosa», organizzata dal comune di Firenze insieme alle comunità religiose e alle tradizioni spirituali presenti sul territorio fiorentino dalle 19 in poi, presso il Teatro Del Sale, per accogliere i più bisognosi. Sulla scia dell'entusiasmo suscitato da «Firenze comunità in cammino», la prima camminata con le comunità religiose a cui hanno partecipato oltre 2mila persone, è nata l'idea della prima «cena interreligiosa».