Caritas

Ultimi contenuti per il percorso 'Caritas'

Inaugurata stamani a Prato la «Casa comunale di accoglienza il Soccorso» per donne e madri con bambini bisognosi di un alloggio temporaneo. La struttura potrà ospitare fino a 40 persone, tra adulti e minori. Una soluzione che cerca di ricreare un ambiente familiare. Non solo un tetto, le donne sono seguite da operatrici in percorsi di reinserimento.

Fino alla fine dell’anno garantiranno trenta chili di carne ogni settimana alla mensa del Sacro Cuore. Stamani presso la sede della Confcommercio aretina la prima consegna simbolica al direttore della Caritas monsignor Giuliano Francioli. Il presidente dei macellai Alberto Rossi: «un piccolo gesto di solidarietà per contraccambiare la fortuna di essere in questo territorio, eredi di una grande tradizione alimentare».

«Nonostante l'accorato appello di Papa Francesco, la speranza di una tregua a Gaza è crollata e, oltre ai morti in Siria, dove il conflitto continua tuttora, ai soprusi e alle violenze nel nord dell'Iraq, dove si arriva perfino all'obbligo della conversione per i cristiani, cresce ulteriormente la tensione in Medio Oriente dopo il rifiuto delle autorità palestinesi di cessare i lanci di razzi in Israele e la decisione di Israele di invadere Gaza». È quanto si legge in una nota della Caritas Italiana. «Fino a quando durerà questa follia, senza che si riesca a fermare il fragore delle armi?», si chiede don Francesco Soddu, direttore di Caritas italiana.

Ammontano complessivamente a 139.500 euro i contributi erogati sul territorio attraverso il Prestito sociale,  progetto varato e finanziato con 5 milioni di euro dalla Regione Toscana per sostenere,  con prestiti fino a 3.000 euro senza garanzie e senza interessi, le persone e le famiglie in situazioni di particolare difficoltà o fragilità socio-economica.

Giunta al settimo giorno, l'operazione «Protection Edge» (confine protettivo) lanciata da Israele per fermare il lancio di razzi da parte dei miliziani di Hamas, fa segnare un nuovo tragico bilancio. Secondo Caritas Jerusalem, alle ore 9 di oggi, 14 luglio, i morti sarebbero 171, 1.200 i feriti, 230 dei quali bambini e 270 donne.

«Nel nostro servizio di solidarietà dobbiamo sottolineare sempre due elementi: la verità e l'amore. L'amore è la prima verità e la verità è il primo amore». Così il presidente di Caritas italiana, monsignor Giuseppe Merisi, aprendo i lavori del Consiglio nazionale, ha evidenziato la cornice dell'impegno quotidiano delle Caritas.