Cei

Ultimi contenuti per il percorso 'Cei'

«Recuperare alle sue radici cristiane quell’umanesimo che i secoli successivi al Quattrocento-Cinquecento staccheranno dai riferimenti trascendenti per farne un manifesto dell’autonomia dell’uomo contro o senza Dio». Così il cardinale Giuseppe Betori ha spiegato il tema del Convegno ecclesiale nazionale che si svolgerà a Firenze nel 2015, e che avrà per titolo “In Gesù Cristo il nuovo umanesimo”.

Il testo integrale del messaggio per la 8ª Giornata per la custodia del creato, che si celebra il 1° settembre 2013, sul tema: «La famiglia educa alla custodia del creato». Il messaggio è stato redatto dalle Commissioni cei per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace e da quella per l'ecumenismo e il dialogo.

È ora disponibile, grazie al paziente ed appassionato lavoro di don Marcello Brunini, un’altra importante pubblicazione che consentirà di conoscere meglio, a partire dal suo percorso interiore, la figura di Enrico Bartoletti, di cui è in corso il processo di beatificazione: è uscito infatti per le Dehoniane In spe fortitudo. Diario spirituale (1933-1975), che raccoglie tutti i più intimi pensieri appuntati dal Bartoletti stesso sulle sue agende personali in un ampio spettro cronologico.

Essere pastori vuol dire camminare in mezzo e dietro al gregge chinandosi su quanti il Signore ci ha affidato, attenti a rialzare e a infondere speranza. Lo ha affermato ieri pomeriggio Papa Francesco, nella Basilica di San Pietro, durante la Professione di Fede dell'Episcopato italiano. Prima dell'omelia di Papa Francesco, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana, aveva rivolto un indirizzo di saluto al Santo Padre, ricordando come il cammino delle diocesi sia scandito dall'annuncio del Vangelo e dalla testimonianza della carità.

Nel pomeriggio di giovedì 23 maggio (alle 18), nella Basilica Vaticana, Papa Francesco ha presieduto la solenne Professione di Fede dell’Episcopato Italiano, riunito nella 65ma Assemblea Generale. Dopo l’indirizzo di saluto del Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Angelo Bagnasco, e la celebrazione della Liturgia della Parola, il Papa ha tenuto una meditazione, alla quale è seguita la Professione di Fede e la Supplica. Dopo la Benedizione, durante il canto finale del Salve Regina, il Santo Padre ha presentato un omaggio floreale all’immagine della Beata Vergine Maria. Ecco il testo integrale della Meditazione del Papa

Il primo discorso del Papa ai vescovi italiani inizia con una particolare sottolineatura: «Il dialogo con le istituzioni sociali, culturali e politiche è compito vostro, e non è facile». Poi il grazie «per il vostro amore alla Chiesa». La «mancata vigilanza» che rende tiepidi. L'invito ad essere pastori «innanzi, in mezzo e dietro al gregge». Le «prove» e l'affidamento a Maria. TESTO INTEGRALE