Cei

Ultimi contenuti per il percorso 'Cei'

Si è aperta ieri sera a Rimini, con la lettura del messaggio di Papa Francesco, la 36ª Convocazione nazionale dei Gruppi e delle Comunità del Rinnovamento nello Spirito Santo (RnS), massimo appuntamento del movimento ecclesiale che in Italia conta più di 200mila aderenti, raggruppati in oltre 1.800 gruppi e comunità.I messaggi del Papa e dei vescovi italiani.

L'oratorio «non è una attività economica», e dunque «non risente direttamente della crisi», ma è pur vero che in questi tempi di crisi «la domanda delle famiglie è fortissima». Lo ha detto monsignor Claudio Giuliodori, presidente della Commissione Cei per la cultura e le comunicazioni sociali, rispondendo questa mattina alle domande dei giornalisti nel corso della presentazione della Nota Cei sugli oratori.

La Nota pastorale della Cei, dal titolo «Il laboratorio dei talenti», si muove nell'ottica della pastorale integrata e come antidoto al «relativismo pervasivo» dei processi educativi. Grande spazio è riservato alla relazione educativa e al ruolo dei sacerdoti. Infine non manca l'apertura al digitale

«Nell'attuale crisi, che ha radici antropologiche e non solo economiche, le nuove generazioni rischiano di pagare il prezzo più alto perché su di loro si riversano maggiormente le incertezze che segnano la nostra epoca». È quanto si legge nel messaggio della presidenza della Cei per l'89ª Giornata per l'Università Cattolica, in programma il 14 aprile sul tema: «Con le nuove generazioni oltre la crisi».

«Siamo di fronte a un nuovo inizio. La vita della Chiesa è fatta sempre di nuovi inizi. Ogni giorno per il cristiano è un nuovo inizio. Ma quello vissuto in questi giorni è un nuovo inizio particolare, segnato dal passaggio da un Pontificato a un altro». Così monsignor Mariano Crociata, segretario generale della Cei, ha fotografato questa mattina il clima vissuto dalla Chiesa in questi giorni, che hanno portato all'elezione di Papa Francesco.

«Camminare, edificare, confessare». Con la ripresa di queste tre parole-chiave, pronunciate da Papa Francesco nella messa con i cardinali all'indomani della sua elezione, il cardinale Angelo Bagnasco, presidente della Conferenza episcopale italiana e arcivescovo di Genova, ha concluso i lavori del Consiglio episcopale permanente (Roma, 18-19 marzo), affidandole ai confratelli come «criterio pastorale e viatico per il ritorno in diocesi».