Chiese Orientali

Ultimi contenuti per il percorso 'Chiese Orientali'

Il Papa ha eretto l’amministrazione apostolica per i fedeli cattolici di rito bizantino in Kazakhstan e nell’Asia Centrale, con sede a Karaganda. In pari tempo, ha nominato l’arciprete mitrato Vasyl Hovera, finora delegato della Congregazione per le Chiese Orientali per i fedeli, citati, amministratore apostolico della medesima circoscrizione ecclesiastica.

«Una buona notizia per la Chiesa Greco-Cattolica Ucraina e per l’intera Ucraina». Così Sua Beatitudine Sviatoslav Shevchuk, Capo e Padre della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina ha accolto la notizia resa nota oggi dalla Sala Stampa vaticana della convocazione a Roma parte di papa Francesco nei giorni 5-6 luglio dell’Arcivescovo Maggiore, i membri del Sinodo Permanente e i Metropoliti della Chiesa Greco-Cattolica Ucraina.

«Considero questo viaggio, un dono grande del Signore per me». Il viaggio a cui fa riferimento il vescovo di Grosseto, padre Rodolfo Cetoloni, è quello che effettuerà dal 27 febbraio al 4 marzo per recarsi in Egitto. Mons. Cetoloni, infatti, è stato invitato come vescovo francescano a partecipare alle celebrazioni per gli 800 anni dall’incontro tra Francesco d’Assisi e il sultano Malik Al Kamil, avvenuto a Damietta, sul delta del Nilo, nel settembre 1219.

«Conoscere, studiare, diffondere il contenuto della Dichiarazione firmata dal Santo Padre ad Abu Dhabi, che il nostro Dicastero invierà a tutti i capi delle Chiese orientali cattoliche perché se ne facciano tramite all'interno delle rispettive comunità». Lo ha detto il card. Leonardo Sandri, prefetto della Congregazione per le Chiese orientali, nel suo saluto durante la Divina Liturgia in rito siro-antiocheno maronita nel Pontificio Collegio Maronita in Urbe, in occasione della solennità di san Maroun, patrono e fondatore della Chiesa di Antiochia dei Maronita.

Prosegue la visita del Segretario di Stato vaticano tra le comunità cristiane dell'Iraq. Stamani ha celebrato Messa nella cattedrale siro-cattolica di Altahera a Qaraqosh con Ignatius Joseph III Younan, patriarca dei siro-cattolici, e mons. Yohanna Petros Mouche, arcivescovo siro-cattolico di Mosul.

Nell'udienza concessa nell'Aula Paolo VI ai circa 1.300 partecipanti al Pellegrinaggio della Chiesa greco-cattolica della Slovacchia, in occasione delle celebrazioni giubilari per i 200 anni dell’Eparchia di Presov, papa Francesco li ha esortati a seguire «il luminoso esempio dei beati vescovi martiri Peter Pavol Gojdič e Vasiľ Hopko»

«L'identità e la vocazione peculiare di Gerusalemme, Città Santa va preservata al di là delle varie tensioni e dispute politiche, la presenza dei cristiani, benché piccolo gregge, attinge dallo Spirito la forza per la missione di testimonianza, oggi più urgente che mai». Lo ha ribadito oggi Papa Francesco durante l'udienza concessa ai partecipanti alla Riunione delle Opere di Aiuto alle Chiese Orientali (Roaco) in occasione della 91ª Assemblea plenaria che quest'anno coincide con il 50° di fondazione della Roaco.