Concistoro

Ultimi contenuti per il percorso 'Concistoro'

Il 28 giugno si terrà il quinto Concistoro indetto da Francesco in cinque anni di pontificato. Ecco il «volto» delle nuove porpore, che faranno salire a 227 cardinali, di cui 125 elettori e 102 non elettori, il Collegio cardinalizio. 53 provengono dell’Europa, 17 dall’America del Nord, 5 dall’America Centrale, 13 dall’America del Sud, 16 dall’ Africa, 17 dall’Asia e 4 dall’Oceania.

Al temine del Regina coeli, il Papa ha annunciato che il prossimo 29 giugno terrà un concistoro per 14 nuovi cardinali. Tra questi, oltre al sostituto alla Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu e al suo vicario a Roma, mons. Angelo De Donatis, anche l'arcivescovo de l'Aquila, mons. Giuseppe Petrocchi e il patriarca caldeo di Babilonia Louis-Raphael I Sako. Cardinali anche tre ultra ottantemnni: un arcivescovo, un vescovo e un religioso «che si sono distinti per il loro servizio alla Chiesa».

Gesù cammina davanti ai discepoli, a tutto il Popolo di Dio e ai nuovi cardinali e ci chiede di seguirlo decisamente sulla sua via. Vi chiama e ci chiama a guardare la realtà che guida i suoi passi verso Gerusalemme, e la realtà è la Croce , è il peccato del mondo che lui è venuto a prendere su di sé e a sradicare dalla terra. Lo ha sottolineato Papa Francesco nell’omelia del Concistoro ordinario pubblico che ha presieduto nella Basilica di San Pietro, il quarto del suo pontificato, per la creazione di cinque nuovi cardinali.

«Gesù camminava davanti a loro». Questa «è l’immagine che ci viene dal Vangelo che abbiamo ascoltato (Mc 10,32-45), e che fa da sfondo anche all’atto che stiamo compiendo: un Concistoro per la creazione di cinque nuovi cardinali». Ha esordito così Papa Francesco, nell’allocuzione pronunciata nel corso del Concistoro di oggi nella basilica vaticana.

Due dall’Europa, uno dall’America Latina, uno dall’Africa e uno dall'Asia. Sono i cinque nuovi cardinali che Papa Francesco creerà durante il Concistoro del 28 giugno. Salgono così a 225 i membri del Collegio cardinalizio, di cui 121 elettori e 104 non elettori. Sempre più marcata l'internazionalizzazione: 83 i Paesi rappresentati, 62 dei quali hanno cardinali elettori.

«Caro fratello, nel giorno in cui celebriamo la visita della beata Vergine Maria le invio un caloroso abbraccio, come anticipo di quello che le farò il 28 giugno durante Concistoro». Così comincia il testo di una lettera che Papa Francesco ha inviato il 31 maggio scorso al vescovo di Stoccolma mons. Anders Arborelius e che oggi è stata pubblicata sul sito della diocesi svedese.