Conclave

Ultimi contenuti per il percorso 'Conclave'

Da domani, martedì, i cardinali si trasferiscono a Santa Marta, che sarà la residenza protetta per tutto il periodo del Conclave. L'edificio è stato preparato in questi giorni e tra l'altro è stata messa a punto la stanza che dovrà ospitare, almeno all'inizio, il nuovo ponterice quando sarà stato eletto. La suite destinata al nuovo papa è contrassegnata dal numero 201. La previsione è che il pontefice resterà a Santa Marta per un periodo forse di qualche settimana, per consentire la riapertura dell'appartamento papale al terzo piano del Palazzo Apostolico e la sua manutenzione.

L'arcivescovo Piero Marini, già maestro delle celebrazioni liturgiche pontificie, è stato ospite di Nicola Ferrante e Gennaro Ferrara a "Nel cuore dei giorni". Monsignor Marini ha svolto il suo ministero durante il pontificato di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI. La sua presenza ci aiuta a comprendere il servizio dei cerimonieri pontifici nei giorni della sede vacante. Infatti, in forza della Costituzione apostolica di Paolo VI "Romano Pontifici eligendo" del 1° ottobre del 1975, i cerimonieri pontifici non solo prestano servizio nelle Congregazioni dei Cardinali, ma entrano in Conclave per assolvere i compiti loro propri. In forza del loro ufficio, sono notai perciò compilano a tutti gli effetti giuridici i documenti delle funzioni a cui prendono parte d'ufficio, gli atti del Conclave e lo stesso atto di elezione del Sommo Pontefice. 

È stato collocato il comignolo sul tetto della Cappella Sistina, dal quale uscirà la fumata bianca in caso di elezione del nuovo Papa, o nera se l'elezione non sarà avvenuta. La collocazione del comignolo completa l'installazione delle due stufe all'interno della Cappella Sistina. I lavori di preparazione della Cappella affrescata da Michelangelo, che proseguono velocemente in questi giorni, vedono la messa in posa di un pavimento per portare allo stesso livello tutto il piano di calpestio e la collocazione degli scranni dei cardinali.

L''ottava Congregazione Generale del Collegio dei Cardinali ha deciso che il Conclave per l''elezione del Papa inizierà martedì prossimo 12
marzo. Al mattino nella Basilica di S. Pietro sarà celebrata la Messa "pro eligendo Pontifice" e nel pomeriggio ci sarà l''ingresso dei cardinali
in Conclave. I cardinali elettori presenti sono 115 ed il quorum di due terzi per l'elezione del nuovo pontefice corrisponde a 77 voti. Finora sono un centinaio i cardinali che hanno preso la parola durante le congregazioni generali di questi giorni.

«Questa mattina c'è stata la IX Congregazione generale iniziata con un discernimento su quando i cardinali si dovevano trasferire a Santa Marta: i cardinali si trasferiranno a Santa Marta martedì mattina alle ore 7, giorno stesso del Conclave, prima della messa 'pro eligendo pontifice’ che si celebrerà alle ore 10». Lo ha riferito il direttore della sala stampa vaticana, padre Federico Lombardi,  che a proposito del Conclave  ritiene “si possa svolgere nel giro di pochi giorni”. “Una lunga durata del Conclave - ha aggiunto - manifesterebbe un bloccarsi della situazione, senza che ci sia una formazione naturale di consenso” ma questo “non ho motivo di pensarlo”. Ecco una sintesi degli argomenti toccati nellaconferenza stampa di oggi.