Firenze 2015

Ultimi contenuti per il percorso 'Firenze 2015'

«Non ci vogliamo definire fuori da questa storia, ma dentro questa nostra umanità convinti che possiamo imparare da tutti e che possiamo offrire a tutti la nostra speranza, che ancora e sempre è attesa». Un invito pressante a entrare nella storia di «tutti gli uomini e le donne del nostro tempo» è rivolto ai partecipanti al Convegno ecclesiale di Firenze (9-13 novembre 2015) dal Centro di orientamento pastorale.

Le parole del Cardinale nell’omelia nella Messa di San Giovanni, patrono della città: «Firenze non può essere trattata come uno spazio in cui ciascuno ha il diritto di trasgredire, di danneggiare e di esprimersi in modo indegno di un essere umano». Un riferimento anche alla vicenda del Forteto: l rifiuto della famiglia può aprire lo spazio «al sopruso e alla sofferenza»

Anche Papa Francesco, nel suo peregrinare di speranza, prima di Firenze passerà da Torino. Lo farà proprio in questi giorni, il 21 e 22 giugno, per inginocchiarsi di fronte all'icona di Cristo, al Volto del dolore, e rendere omaggio a Don Bosco, a duecento anni dalla nascita

«Che cosa significa uscire tra le strade delle città, annunciare il Vangelo nel terzo millennio, abitare i cuori degli uomini, educare al nuovo umanesimo e trasfigurare la propria vita?». A rispondere ai cinque interrogativi che introducono al Convegno ecclesiale nazionale di Firenze (9-13 novembre) sono i protagonisti dei video realizzati dal Copercom (Coordinamento associazioni per la comunicazione), pubblicati oggi sul canale YouTube e su  www.copercom.it.

Concluso a Napoli il secondo laboratorio nazionale in preparazione al Convegno ecclesiale di Firenze. Il vescovo Antonino Raspanti: «Bisogna vivere e abitare da credenti le cinque vie proposte dalla Traccia, chiedendosi quali azioni corrispondano di più al Vangelo. Non si tratta di strategie a tavolino, ma di uomini e donne che facciano in Cristo esperienze di umanesimo vissuto». Una riflessione anche sulla questione meridionale e sui giovani

Primo incontro dei delegati toscani al prossimo Convegno ecclesiale nazionale. Al Convitto della Calza, in Oltrarno a Firenze, si dono dati appuntamento stamani i rappresentanti delle diocesi della regione. Entra così nel vivo il cammino di preparazione all'appuntamento del novembre prossimo, dal 9 al 13 nel capoluogo toscano, sul tema «In Gesù Cristo il nuovo umanesimo». Il Convegno, promosso dalla Conferenza episcopale italiana, vedrà il 10 novembre la partecipazione di Papa Francesco.

Si svolgerà sabato prossimo, 13 giugno, a Napoli, presso il Centro Congressi Stazione Marittima (Molo Angioino - Stazione Marittima), il secondo Laboratorio nazionale in preparazione al Convegno ecclesiale di Firenze, sul tema: «Leggere i segni dei tempi e parlare il linguaggio dell’amore. Educazione, cultura e comunicazione alla ricerca di un nuovo umanesimo».