Firenze 2015

Ultimi contenuti per il percorso 'Firenze 2015'

Questo sabato al Convitto della Calza, a Firenze (inizio ore 10) il raduno dei delegati che rappresenteranno le diocesi della regione all’appuntamento ecclesiale nazionale di novembre. Aprirà i lavori il card. Giuseppe Betori. La relazione di p. Bernardo Gianni e le conclusioni di mons. Fausto Tardelli.

Un invito «ad avere occhi, cuore e mani sinergicamente uniti: occhi per vedere, cuore per compatire e mani capaci di concretezza, mettendovi in ascolto gli uni degli altri per un discernimento comunitario capace di offrire alla pastorale della salute nelle vostre diocesi piste concrete di lavoro». È quello che ha rivolto ieri sera monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei, ai partecipanti al XVII convegno nazionale dei direttori, operatori e associazioni di pastorale della salute, in corso ad Assisi.

È la traccia lasciata dal «Festival delle religioni» che si è tenuto a Firenze la scorsa settimana. La famiglia umana che ci proporrà l'assise di novembre non sarà segnata dall’omologazione e dall’uniformità, ma dalla bellezza e dalla «convivialità delle differenze», come diceva Tonino Bello: differenze di generazioni e di popoli, che esprimono legami di figliolanza e fratellanza

«Firenze è pronta ad ascoltare il grido dei poveri: la solitudine è una delle grandi emergenze sociali, soprattutto per gli anziani che hanno bisogno di relazioni per essere sostenuti nelle loro fragilità». Così il cardinale Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze, ha sottolineato l’importanza che la Casa della Carità, di cui sono stati avviati oggi i lavori di realizzazione, avrà per la città e per il quartiere di Novoli, in cui sorge.