Firenze 2015

Ultimi contenuti per il percorso 'Firenze 2015'

In occasione della giornata fiorentina di Papa Francesco, per martedì 10 novembre è previsto il potenziamento del trasporto pubblico locale (Ataf) e del servizio ferroviario. I provvedimenti di circolazione predisposti per consentire gli spostamenti del pontefice comporteranno anche limitazioni e modifiche al trasporto pubblico urbano.

Cresce l’attesa e Firenze si prepara ad accogliere al meglio e festeggiare Papa Francesco che arriverà il 10 novembre in occasione del 5° Convegno ecclesiale nazionale. Sarà un evento eccezionale e storico per la città che dopo quasi trenta anni vede il ritorno di un Pontefice, l’ultimo fu nel 1986 Giovanni Paolo II. Seppure non si tratti di una visita pastorale, e non sono previsti incontri ufficiali, saranno tante le occasioni di vedere e salutare Papa Francesco che non mancherà come nel suo stile di ricambiare sorrisi e affetto.

«In tutte diocesi italiane già adesso ci sono tante attività» per aiutare le famiglie in difficoltà, ha spiegato ai giornalisti il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei, a margine del convegno sul 20° dell‘Evangelium Vitae, interpellato sul «progetto di misericordia» dei vescovi italiani del quale, ha assicurato, «parleremo anche al convegno di Firenze, ossia tra una decina di giorni».

Dal 2013 la Comunità di Sant'Egidio ha inteso ricordare la deportazione degli Ebrei, avvenuta il 6 novembre del 1943, di Firenze attraverso un pellegrinaggio della memoria nelle strade del Centro storico, con un corteo che quest'anno, da via Guelfa, all'angolo con via San Gallo, raggiungerà la sinagoga. L'appuntamento, nel piazzale antistante la Chiesa Avventista, è legato alla presenza, un tempo, in questi luoghi, del monastero di San Basilio degli Armeni.