Gmg

Ultimi contenuti per il percorso 'Gmg'

«Grazie a tutti, perché in questi giorni siete stati attenti e disponibili fino ai più piccoli, quotidiani e apparentemente insignificanti dettagli, come offrire un bicchier d'acqua, e - contemporaneamente - avete seguito le cose più grandi che richiedevano molta pianificazione». Sono le parole del Papa nell'ultimo momento pubblico della Gmg di Panama: l'incontro con i volontari nello Stadio Rommel Fernandez Juan Diaz. 

«L’esperienza di comunione ecclesiale e di rinnovamenti spirituale e pastorale che abbiamo vissuto insieme al Vicario di Cristo rimarrà impressa nella vita di ciascuno di noi». A garantirlo è stato l’arcivescovo di Panama, mons. José Domingo Ulloa Mendieta, salutando il Papa all’inizio della Messa finale della Gmg al Metro Park, a cui hanno partecipato oltre 700mila giovani, molti dei quali hanno passato la notte qui, dopo la Veglia di ieri sera. 

Maria «non compariva nelle reti sociali dell’epoca, non era una influencer, però senza volerlo né cercarlo è diventata la donna che ha avuto la maggiore influenza nella storia». A farlo notare è stato il Papa, durante la Veglia con i giovani di Panama, riuniti in centinaia di migliaia nel Campo San Juan Pablo II del Metro Park.

Una famiglia. Un giovane capace di reinserirsi nella società. Una giovane che vive in un territorio di conflitto. Panamensi i primi due, palestinese la terza. Sono i tre testimoni che hanno portato la propria esperienza durante la veglia di Papa Francesco con i giovani, al Campo San Juan Pablo II del Metropark di Panama.

(da Panama) «In un clima particolarmente familiare e festoso» si è svolto oggi il pranzo dei giovani partecipanti alla Gmg con Papa Francesco: 5 maschi e 5 femmine, di diverse nazionalità, in rappresentanza dei 5 continenti – al Seminario Maggiore San José. Al pranzo al quale ha preso parte anche l’arcivescovo di Panama, monsignor José Domingo Ulloa Mendieta, i giovani hanno posto domande al Papa, toccando con «serietà» – ha detto Alessandro Gisotti, portavoce ad interim della sala stampa vaticana – «le difficoltà e le sfide» che incontrano nelle loro vite. Questioni forti come gli abusi nella Chiesa.

Papa Francesco ha presieduto stamani alle 9,30 (ora locale di Panama) la Messa con la dedicazione dell’altare della cattedrale basilica di Santa Maria La Antigua. Nell'omelia ha indicato una forma di «stanchezza paralizzante» che «nasce dal guardare avanti e non sapere come reagire». È la «stanchezza della speranza». (testo integrale del discorso del Papa)