Liturgia

Ultimi contenuti per il percorso 'Liturgia'

«Il cristiano non può evadere la storia: pienamente inserito in essa, deve prendere in carico il gemito del mondo, per riportarlo all’attenzione collettiva della responsabilità comune, che non è delegabile ad alcune oligarchie o poteri oscuri». Lo ha detto Enzo Bianchi, fondatore della Comunità di Bose, a Messina per la Settimana liturgica nazionale, aperta ieri con la celebrazione dei Vespri presieduta nella chiesa di San Francesco d’Assisi da mons. Claudio Maniago, vescovo di Castellaneta e presidente del Centro di azione liturgica.

«Poter coniugare vita liturgica e vita di santità cristiana credo che sia fondamentale. L’azione liturgica è sorgente di santità, però dobbiamo anche accostarla con animo buono e disponibile a essere santi». Lo dice mons. Mario Meini, vescovo di Fiesole e vicepresidente della Conferenza episcopale italiana, in una video-intervista nell’ambito della Settimana liturgica.

Due domande sui gesti che accompagnano le nostre preghiere. Risponde padre Lamberto Crociani, docente di Liturgia alla Facoltà teologica dlel'Italia Centrale.

«Sappiamo che non basta cambiare i libri liturgici per migliorare la qualità della liturgia. Solo questo sarebbe un inganno». Lo ha detto il Papa, che dopo l'Incontro con i partecipanti all'Assembla dell'Ifad, nella sede della Fao, rientrato in Vaticano, ha ricevuto in udienza nell'Auletta Paolo VI i partecipanti all'Assemblea plenaria della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti.