Liturgia

Ultimi contenuti per il percorso 'Liturgia'

Dopo l’iscrizione nel Calendario Romano della memoria obbligatoria della beata Vergine Maria Madre della Chiesa, che tutti devono celebrare già quest’anno il lunedì dopo Pentecoste, la Congregazione per il culto divino e la disciplina dei sacramenti in una notificazione, a firma del cardinale prefetto Roberto Sarah e dell’arcivescovo segretario Arthur Roche e con data 24 marzo, ma resa nota oggi sul Bollettino della Sala Stampa vaticana, ha voluto offrire alcune indicazioni.

Papa Francesco ha dedicato l’udienza di oggi, pronunciata in Aula Paolo VI davanti a 11mila persone, alla preghiera eucaristica, «che qualifica la celebrazione della messa e ne costituisce il momento centrale, ordinato alla santa Comunione» e ha spiegato perché la si celebri nella lingua del popolo. Appello per le paralimpiadi e per l'iniziativa «24 ore con il Signore».

In attuazione della decisione di Papa Francesco, con decreto del giorno 11 febbraio 2018, 160° anniversario della prima apparizione della Vergine a Lourdes, la Congregazione per il Culto divino e la disciplina dei Sacramenti, ha disposto l’iscrizione della memoria della «Beata Vergine Maria Madre della Chiesa» nel calendario romano generale. 

Capita sempre più spesso di assistere ad applausi durante celebrazioni liturgiche. Una lettrice, che si sente disturbata da queste nuove abitudini, chiede se sia liturgicamente corretto. Risponde padre Lamberto Crociani, docente di Liturgia alla facoltà teologica dell'Italia centrale.