Madonna

Ultimi contenuti per il percorso 'Madonna'

La festa dell’Immacolata ricorda alla Chiesa il compito  di farsi ospite del sole di Dio e di generarlo al mondo, perché possa portarvi luce. Questo richiede all’umanità la bellezza di un «sì» che non sia macchiato dal male della negazione.

«La preghiera del Rosario non ci allontana dalle preoccupazioni della vita; al contrario, ci chiede di incarnarci nella storia di tutti i giorni per saper cogliere i segni della presenza di Cristo in mezzo a noi». Lo ha detto il Papa, nella meditazione che ha concluso la Veglia di preghiera per il Giubileo mariano, sabato sera in piazza San Pietro.

Una giornata intensa, trascorsa nel segno del manto della Madre della Misericordia. Nella solennità dell’Immacolata concezione della Beata Vergine Maria, dopo una mattinata densa di emozioni per l’inaugurazione del Giubileo straordinario, Papa Francesco si è recato in piazza di Spagna per l’omaggio all’effige mariana. Ai piedi della Fanciulla di Nazareth, il Pontefice ha pregato per quanti sentono più duro il cammino dell’esistenza: le famiglie, con le loro gioie e fatiche; gli anziani; gli ammalati; i carcerati, quanti “sono arrivati da terre lontane in cerca di pace e di lavoro”.

«Vergine Maria, in questo giorno di festa per la tua Immacolata Concezione, vengo a presentarti l’omaggio di fede e d’amore del popolo santo di Dio che vive in questa città e diocesi». Ha esordito così Papa Francesco, oggi pomeriggio in piazza di Spagna, nella sua preghiera alla Madonna in occasione del tradizionale atto di venerazione all’Immacolata in una piazza gremita di fedeli. Presenti anche malati e disabili, oltre 100 quelli accompagnati dall’Unitalsi.

«L’Immacolata Concezione significa che Maria è la prima salvata dall’infinita misericordia del Padre, quale primizia della salvezza che Dio vuole donare ad ogni uomo e donna, in Cristo». Con queste parole, durante l’Angelus che ha fatto seguito alla Messa e al rito di apertura della Porta Santa, il Papa ha sintetizzato la festività liturgica di oggi.