Natale

Ultimi contenuti per il percorso 'Natale'

Il Vescovo Rodolfo ha presieduto la Messa della notte, aperta dal canto della Kalenda e conclusa con la benedizione e incensazione del presepe, e la Messa solenne del giorno di Natale. “Non basta dire buon Natale, bisogna dire Gesù! La sua nascita dice il destino di ogni uomo ed è fondamento di tanti gesti che possiamo compiere, perché se Dio ha tanto amato il mondo, quale valore ha la persona di ognuno in questo mondo!”. In Caritas il giorno di Natale volontari a lavoro per preparare e consegnare oltre 70 pranzi caldi

Il vescovo di San Miniato ha sottolineato come "il Natale di quest’anno viene celebrato e festeggiato passando tutti noi da una porta stretta" che "è la pandemia che stiamo vivendo e che mette a rischio la salute di tutti noi, ha segnato con il lutto tante famiglie, mette a dura prova il sistema sanitario, i nostri medici e tutto il personale, ha fortemente danneggiato l’economia e il lavoro, ha creato distanziamento, lontananza, tristezza"

“Con viva emozione torno a celebrare la Santa Eucaristia in questa amata chiesa cattedrale, dopo i giorni drammatici del ricovero ospedaliero e poi della convalescenza”. Ha esordito così il card. Gualtiero Bassetti, presidente della Cei e arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, nell’omelia della messa per il Santo Natale celebrata oggi

"Liberato dagli orpelli di una falsa festa, il Natale torni a insegnarci che quel Dio che chiede di essere accolto, protetto e destinatario di cura nel suo Figlio chiede oggi la stessa accoglienza, protezione e cura in tutti i suoi figli". Sono le parole del cardinale Giuseppe Betori nell'omelia per la Messa nel giorno di Natale, celebrata questa mattina nella cattedrale di Firenze.

 "La notte si può infrangere, bastano piccole lucerne in mano ai poveri della Terra, che chiedono di recuperare almeno la poesia del dubbio, attraverso la consapevolezza che ci può essere un’alternativa alla terribile litania del panico, che ha segnato questi mesi". Sono le parole dell'arcivescovo Riccardo Fontana nella Messa nella notte di Natale nella cattedrale di Arezzo