Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

«Oggi è un giorno per ringraziare e chiedere scusa, dal cuore, ognuno di noi, alle persone che ci accompagnano nella vita, per un pezzo della vita, per tutta la vita…». Lo ha detto il Papa, nell’omelia della messa celebrata oggi a Santa Marta, in cui ha preso spunto dal pensionamento di una dipendente per fare “atto di memoria, di ringraziamento” e anche di scuse nei confronti di chi ci accompagna nel cammino. 

«Regali» dello Spirito Santo e «grazie speciali» per il nostro tempo. Così il Papa definisce i carismi, nel messaggio inviato ai vescovi amici del Movimento dei Focolari partecipanti al convegno internazionale «Un Carisma a servizio della Chiesa e dell’umanità», promosso e organizzato in occasione del centenario della nascita della Serva di Dio Chiara Lubich prima a Trento (8-9 febbraio) e poi a Loppiano (10-12 febbraio). 

«Il discepolo è chiamato a tenere lontani dalla società i pericoli, i germi corrosivi che inquinano la vita delle persone». Lo ha detto il Papa, che nell’Angelus di ieri ha esortato a «resistere al degrado morale, al peccato, testimoniando i valori dell’onestà e della fraternità, senza cedere alle lusinghe mondane dell’arrivismo, del potere, della ricchezza». 

Mercoledì prossimo, 12 febbraio, alle ore 13.00, nell’Aula Giovanni Paolo II della Sala Stampa della Santa Sede, si terrà la conferenza stampa di presentazione dell’esortazione apostolica post-sinodale del Papa «Querida Amazonia», frutto dell’Assemblea Speciale del Sinodo dei Vescovi per la Regione Panamazzonica «Amazzonia: nuovi cammini per la Chiesa e per una ecologia integrale».