Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

Un gesto vale più di mille parole, recita un vecchio adagio che accompagnava i nostri nonni e che la società del terzo millennio, ma già quella del secolo scorso, ha dimenticato. Ora contano le parole, gli «urli», le «offese». Parlare di povertà, di famiglie, che non arrivano alla fine del mese, per la maggioranza è un «fastidio», perché significa dover fare i conti con quanto ciascuno di noi ha ma soprattutto spreca ogni giorno.

«La prima cosa che dovrebbero chiedersi i giuristi oggi è che cosa poter fare con il proprio sapere per contrastare» il fenomeno dell'idolatria del mercato, «che mette a rischio le istituzioni democratiche e lo stesso sviluppo dell'umanità». Lo ha detto il Papa, ricevendo oggi in udienza i partecipanti al XX Congresso Mondiale dell'Associazione Internazionale di Diritto Penale, in corso a Roma dal 13 al 16 novembre sul tema «Criminal Justice and Corporate Business».

«Voi che siete piccoli, poveri, fragili, siete il tesoro della Chiesa». A ribadirlo è il Papa, nel videomessaggio in spagnolo inviato al «Raduno Fratello 2019», organizzato dall'Associazione Fratello presso il Santuario di Lourdes dal 14 al 17 novembre, in occasione della terza Giornata mondiale dei poveri, che si celebra domenica prossima, 17 novembre. 

«Visitare un piccolo gregge di cattolici, con radici storiche profonde, che vivono tra religioni diverse, per dare loro sostegno e incoraggiamento». È questo, ha detto il direttore della Sala stampa della Santa Sede, Matteo Bruni, lo scopo principale del 32° viaggio apostolico del Papa, che si recherà in Thailandia e Giappone dal 19 al 26 novembre.

Domenica 17 novembre la Chiesa celebra la Giornata mondiale dei poveri: in questa occasione, 55 persone della diocesi di Firenze che si trovano in una situazione di fragilità parteciperanno alla Messa celebrata da Papa Francesco e pranzeranno con lui in Aula Paolo VI. Ma la giornata dei poveri si celebra anche a Firenze, dove il cardinale Giuseppe Betori pranzerà alla «Casa della Carità» di via Corelli.