Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

«La Chiesa non è solo all'ombra del nostro campanile, ma abbraccia una vastità di genti, di popoli che professano la stessa fede si nutrono della stessa Eucaristia, sono serviti dagli stessi pastori». È uno dei passaggi centrali della catechesi dell'udienza generale di oggi, dedicata al tema della «cattolicità» della Chiesa.

Papa Francesco ha ricevuto in Udienza, nel Palazzo Apostolico Vaticano, il Re del Lesotho e la Regina. Nel corso dei colloqui ci si è soffermati sulle buone relazioni esistenti tra la Santa Sede ed il Regno del Lesotho, rilevando l'importanza della libertà religiosa, per favorire la positiva collaborazione tra lo Stato e la Chiesa. È stato espresso apprezzamento per l'impegno del Sovrano e del Governo nel dare priorità alla sanità e all'educazione, come pure per il significativo contributo ecclesiale nell'ambito della carità, della giustizia e della pace.

"La preghiera è il respiro della fede", "il dialogo dell'anima con Dio". Così oggi Papa Francesco, prima della preghiera mariana dell'angelus. In una piazza San Pietro gremita di fedeli, il Pontefice ha reso grazie per il pellegrinaggio compiuto venerdì ad Assisi -- la sua prima visita nella città di San Francesco -- e ha chiesto a tutti, nella vita di ogni giorno, di dare testimonianza a Cristo, "con la forza di Dio". "Basta avere una fede piccola, ma vera e sincera -- ha spiegato il Santo Padre -- per fare cose umanamente impossibili".

Gesti e spiritualità. La visita di Papa Francesco ad Assisi, un pellegrinaggio lungo i luoghi simbolo della vita di San Francesco, è stata scandita anche dalla venerazione del corpo di Santa Chiara, da una preghiera davanti al Crocifisso di San Damiano e dall'appuntamento con le monache di clausura, nella cappella del coro della Basilica di Santa Chiara. A tutte il Pontefice ha voluto rivolgere due esortazioni: vivere la contemplazione sempre con Gesù, Dio e uomo, e condurre una vita di comunità con un cuore grande, sopportando e perdonando.

Una festa della fede, nelle tonalità entusiastiche del mondo giovanile. Il pellegrinaggio pubblico di Papa Francesco ad Assisi si è concluso con un bagno di gioia tra i giovani, che lo hanno atteso nel piazzale della Basilica di Santa Maria degli Angeli, dopo la visita alla Porziuncola. In una sorta di dialogo, tra domande e risposte, il Pontefice ha messo in guardia dall'atteggiamento egoistico oggi tanto radicato, così come dalla cultura del provvisorio, ricordando che "Gesù ci ha salvato definitivamente".

Una giornata interminabile, segnata da 12 luoghi francescani. L’inizio nella Sala della Spoliazione vale un programma di Pontificato: «Di che cosa la Chiesa deve spogliarsi? Di un pericolo gravissimo, che minaccia ogni persona nella Chiesa: il pericolo della mondanità». Occorre «il coraggio dello spogliarsi dello spirito del mondo, che è la lebbra, il cancro della società». Poi il «no ai cristiani da pasticceria» e le tre invocazioni nell’omelia. (testi integrali)