Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

Gesù «prega per tutti noi e prega coraggiosamente perché fa vedere al Padre il prezzo della nostra giustizia: le sue piaghe». Lo ha detto il Papa, che nell'omelia della messa celebrata oggi a Santa Marta ha invitato i fedeli a pregare così: «Signore, Tu sei l'intercessore, Tu mi hai salvato, mi hai giustificato. Ma adesso, prega per me».

"Se manca l'amore di Dio, anche la famiglia perde l'armonia, prevalgono gli individualismi, e si spegne la gioia". In una piazza san Pietro gremita di fedeli, famiglie giunte da tutto il mondo per l'Anno della Fede, Papa Francesco ha celebrato la santa messa, ribadendo che "la famiglia è lievito per la società". "La gioia vera che si gusta nella famiglia non è qualcosa di superficiale -- ha chiarito il Pontefice nell'omelia -- non viene dalle cose, dalle circostanze favorevoli", ma "da un'armonia profonda tra le persone, che ci fa sentire la bellezza di sostenerci a vicenda nel cammino della vita".

"La vita spesso è faticosa, tante volte tragica", ma gli sposi cristiani non "sono ingenui, conoscono i problemi e i pericoli della vita" e non hanno "paura di assumersi la loro responsabilità", abbracciando un sacramento che non è una semplice "decorazione". Con queste parole Papa Francesco ha salutato le persone giunte in piazza san Pietro per il pellegrinaggio delle famiglie nell'Anno della Fede. A tutti, adulti, anziani e bambini, nonni e bisnonni, da 75 Paesi dei cinque continenti, il Pontefice ha precisato che nella vita quello che pesa di più è la mancanza di amore.

Papa Francesco ha incontrato il Presidente di Panama. Durante i cordiali colloqui c'è stato uno scambio su alcuni temi attinenti all'attuale situazione nel Paese, in particolare sulle politiche sociali avviate dal Governo, ed i progetti di sviluppo per la Nazione. È stata poi evocata la lunga tradizione cristiana del Paese, e ci si è soffermati sugli storici legami bilaterali, con particolare interesse per le attuali relazioni tra la Chiesa e lo Stato. Al riguardo, è stata anche espressa gratitudine per il dono di una statua di Santa María La Antigua, Patrona della Nazione, offerta al Pontefice dal Capo dello Stato e collocata nei Giardini vaticani.

“Desidero ringraziarvi nuovamente per la visita e per il saluto. Voi suscitate in me tanti ricordi. L’unica cosa che mi stupisce è che non c’è nessuno di voi con il mate... Non avete avuto il coraggio? Vi è mancata la vena uruguaiana? Quando è venuto il vostro presidente avevamo il mate! Bene, grazie veramente”. Lo ha detto stamattina Papa Francesco, che ha ricevuto in udienza, nella Sala dei Papi del Palazzo apostolico, un gruppo di ex-alunni dei Gesuiti dell’Uruguay.

Dal cuore dell’Europa al Venezuela per prendere la carica che fino a qualche tempo fa era dell’attuale segretario di Stato vaticano, monsignor Pietro Parolin. Monsignor Aldo Giordano, finora inviato speciale con funzioni di osservatore permanente presso il Consiglio d’Europa a Strasburgo, è stato nominato oggi dal Papa nunzio apostolico nella Repubblica Bolivariana del Venezuela ed elevato al tempo stesso alla sede titolare di Tamada, con dignità di arcivescovo.

L'opera di Benedetto XVI ha stimolato una nuova stagione di studi sui Vangeli, tra storia e cristologia. Lo ha rilevato Papa Francesco, durante la cerimonia di consegna del Premio Ratzinger. Il riconoscimetno di questa terza edizione ha due vincitori. Si tratta del biblista e teologo anglicano Richard A. Burridge, Decano del King's College di Londra dove è anche Professore di Interpretazione Biblica; e Christian Schaller, teologo tedesco, che si è occupato della ecclesiologia di Joseph Ratzinger. La premiazione arriva al termine del Simposio internazionale «I Vangeli: storia e cristologia. La ricerca di Joseph Ratzinger» che si è svolto a Roma, con oltre 450 partecipanti.

«La famiglia è una comunità di vita che ha una sua consistenza autonoma... È il luogo dove si impara ad amare, il centro naturale della vita umana. È fatta di volti, di persone che amano, dialogano, si sacrificano per gli altri e difendono la vita, soprattutto quella più fragile, più debole»: lo ha detto Papa Francesco oggi in Vaticano, ricevendo in udienza i partecipanti alla XXI assemblea plenaria del Pontificio Consiglio per la famiglia, che stanno riflettendo sui nuovi orizzonti antropologici che incidono a vari livelli sulla vita familiare.

La «buona notizia» della famiglia è una parte molto importante dell'evangelizzazione, che i cristiani possono comunicare a tutti, con la testimonianza della vita; e già lo fanno, questo è evidente nelle società secolarizzate: le famiglie veramente cristiane si riconoscono dalla fedeltà, dalla pazienza, dall'apertura alla vita, dal rispetto degli anziani. Papa Francesco, parlando alla Plenaria del Pontificio Consiglio per la Famiglia, ha notato che la famiglia è una comunità di vita e si fonda sul matrimonio e il segreto di tutto questo è la presenza di Gesù nella famiglia.