Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

“I bambini e gli anziani costruiscono il futuro dei popoli; i bambini perché porteranno avanti la storia, gli anziani perché trasmettono l’esperienza e la saggezza della loro vita”. Papa Francesco è partito da questa frase, contenuta nel documento di Aparecida, per fare gli auguri ai nonni, nella giornata a loro dedicata, che in Brasile come in altri Paesi coincide con la festività odierna dei santi Gioacchino e Anna (testo integrale).

Una grande festa è stato l'incontro del Papa con i giovani, sul lungomare di Copacabana. Uno dei luoghi turistici più famosi al mondo è stato trasformato dalla presenza di centinaia di migliaia di giovani, radunati per seguire il Successore di Pietro, convocati con il motto della Giornata Mondiale: Metti Cristo. Ed il Papa ha abbracciato tutti i presenti e quelli collegati via web con un caloroso Benvenuti! La fede compie nella nostra vita una rivoluzione copernicana, perché ci toglie dal centro e lo ridona a Dio; la fede ci immerge nel suo amore che ci dà sicurezza, forza, speranza. All'apparenza non cambia nulla, ma nel più profondo di noi stessi tutto cambia, ha detto il Papa.

È stata un'intensa mattina quella di Papa Francesco, giovedì, a Rio de Janeiro. Dopo la messa del mattino il Pontefice è arrivato nella sede del municipio di Rio de Janeiro, dove il sindaco gli ha consegnato le chiavi della città. Il Papa ha poi benedetto le bandiere olimpiche, in vista dei Mondiali di calcio del 2014 e delle Olimpiadi del 2016. Il Papa si è poi recato nella favela di Varginha, dove ha benedetto il nuovo altare della comunità parrocchiale. Non si possono ignorare le persone, ha detto il Papa, e lo sviluppo sociale sarà giusto ed armonico solo quando ci sarà spazio per tutti.

La traduzione italiana del discorso pronunciato da Papa Francesco durante la visita del 25 luglio alla Comunità di Varginha (Manguinhos), che fa parte di una più ampia "favela" di Rio de Janeiro, definita "pacificata" nel 2012, dopo numerose operazioni di lotta al narco-traffico e di promozione sociale. Il testo originale è in portoghese.

Nel consueto briefing giornaliero con la stampa accreditata alla Gmg, padre Francesco Lombardi ha spiegato il senso di alcune espressioni usate spontaneamente dal Papa durante degli incontri, come l'«espero lio» rivolto ai giovani argentini. Il portavoce ha anche confermato lo spostamento di veglia e Messa conclusiva a Capocabana, a causa delle forti piogge.

Una “rivoluzione copernicana”: Cristo, posto al centro della vita di un giovane, ne trasforma la fede e l’esistenza, assegnando loro un senso pieno e gioia profonda. Lo ha affermato Papa Francesco nella sua omelia (testo integrale) tenuta a Copacabana nel corso della festa di accoglienza dei partecipanti alla Gmg di Rio de Janeiro, alla quale hanno preso parte un milione di giovani.