Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

“Al termine di questa Eucaristia dedicata al Vangelo della Vita, sono lieto di ricordare che ieri, a Carpi, è stato proclamato beato Odoardo Focherini, sposo e padre di sette figli, giornalista”. Lo ha detto, stamattina, Papa Francesco, prima della recita dell’Angelus, alla fine della messa a piazza San Pietro per la Giornata dell’Evangelium Vitae.

Il Papa ha riannunciato il Vangelo della Misericordia e si è speso ancora una volta in carezze, baci e saluti personali. Con una predilezione speciale per i bambini e gli ammalati. Lunghissimo l'abbraccio di un ammalato in carrozzella che non voleva lasciarlo.

Guardiamo a Dio come al Dio della vita e al Vangelo come ad una via di libertà e vita. "Il Dio Vivente ci fa liberi! Diciamo sì a Dio che è amore, vita e libertà". Questo l'appello di Papa Francesco nella celebrazione di questa mattina in Piazza San Pietro, davanti ad oltre 100mila fedeli, inserita nell'Anno della Fede e dedicata all'Evangelium Vitae, l'enciclica scritta nel 1995 dal beato Giovanni Paolo II sulla difesa di ogni vita.

Occorre infondere un supplemento d'anima alle leggi, per fare in modo che nobilitino la persona umana. Lo ha detto Papa Francesco ricevendo un gruppo di parlamentari francesi. Il Papa ha sottolineato i buoni rapporti esistenti tra la Chiesa e la società civile e politica francese. La Chiesa si propone di contribuire alla crescita di tutta la società e questo contributo, ha aggiunto il Papa, non si situa solamente nell'ambito antropologico o sociale ma anche negli ambiti politico, economico e culturale.

Papa Francesco ha ricevuto in Udienza il Presidente della Commissione Europea, José Manuel Durão Barroso. I colloqui hanno permesso un utile scambio di opinioni sulla situazione internazionale con particolare attenzione al processo di integrazione europea, come pure alla perdurante crisi economica che ha conseguenze gravissime sull'occupazione, soprattutto giovanile, e riflessi negativi sulla vita delle famiglie. Ci si è soffermati anche sul contributo positivo che la Chiesa cattolica può offrire nell'attuale congiuntura per il benessere materiale e spirituale dell'Europa.

“Il principio di laicità che governa le relazioni tra lo Stato francese e le diverse confessioni religiose non deve significare in sé un'ostilità alla realtà religiosa, o un'esclusione delle religioni dal campo sociale e dai dibattiti che lo animano”. Lo ha detto papa Francesco ricevendo in udienza, nella Sala Clementina del Palazzo Apostolico Vaticano, una Delegazione di Parlamentari Francesi del Gruppo di Amicizia Francia-Santa Sede.

La promozione dei valori cristiani tra cui anche la «solidità dell'istituto della famiglia fondata sul matrimonio», l'impegno per una maggiore giustizia sociale, l'azione per la risoluzione dei conflitti tra le nazioni e un appello comune per la pace in Siria. Tra l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby e papa Francesco c'è una profonda condivisione di idee. È quanto ha sottolineato il Papa ricevendo oggi per la prima volta in Vaticano l'arcivescovo di Canterbury, Justin Welby.