Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

«Quanto male fanno i corrotti nelle comunità cristiane! Che il Signore ci liberi dallo scivolare su questa strada della corruzione». Questa la preghiera del papa che oggi, nel corso della sua tradizionale omelia per la messa odierna in Santa Marta ha, secondo quanto riferisce la Radio Vaticana, ha parlato dei «tre modelli di cristiani nella Chiesa: i peccatori, i corrotti e i santi».

Nella solennità del Corpus Domini, e nel contesto dell'Anno della Fede, Papa Francesco ha presieduto ieri pomeriggio nella Basilica di San Pietro, una speciale Adorazione Eucaristica in comunione con le parrocchie di tutto il mondo, per un'ora unito in preghiera in adorazione del Santissimo Sacramento. "Un solo signore una sola fede" è stato il tema scelto per questo evento unico, voluto da Benedetto XVI in occasione dell'Anno della Fede, a cinquant'anni dall'apertura del Concilio Vaticano II.

Domenica 2 giugno, festa della Repubblica in Italia, Papa Francesco ha celebrato la messa del mattino per un gruppo di 80 persone, guidate dall'Ordinario Militare italiano. Hanno partecipato i parenti dei militari italiani caduti nelle missioni di pace e alcuni militari feriti. Papa Francesco ha commentato il Vangelo della domenica, con l'episodio del centurione che chiede la guarigione del suo servo e si è riferito al tema dei conflitti, della guerra e della pace.

Il racconto del miracolo del pane e dei pesci, proposto dal Vangelo, alla base della festa del Corpus Domini, indica che la condivisione deve essere animata dalla fede e dalla preghiera. Lo ha spiegato il Papa, parlando stamattina alla folla radunata in Piazza San Pietro per la preghiera dell'Angelus. I discepoli non capirono, ha aggiunto il Papa. Secondo il loro punto di vista umano quella folla radunata attorno a Gesù doveva disperdersi e ognuno doveva pensare a se stesso. Gesù invece segue la logica dell'amore, chiede di condividere il poco che siamo e il poco che abbiamo, senza chiuderci in noi stessi.

Un duro monito contro la guerra e contro ''i grandi della terra'' che attraverso di essa vogliono risolvere le crisi. Grande tenerezza di Francesco, fatta di gesti e di sguardi, verso i familiari e i piccoli di 24 militari caduti e 13 militari feriti. A Santa Marta accompagnati dall'ordinario militare monsignor Pelvi.

Ciò che scandalizza di Gesù è che “Lui è Dio che si è incarnato”. Anche a noi, “ci tendono trappole nella vita”, ma ciò che “scandalizza della Chiesa è il mistero dell'Incarnazione del Verbo” e “questo non si tollera, questo il demonio non lo tollera”. Lo ha detto papa Francesco nell'omelia di stamane durante la messa a Santa Marta.

“Celebriamo la festa della Visitazione della Beata Vergine Maria alla parente Elisabetta. Vorrei meditare con voi questo mistero che mostra come Maria affronta il cammino della sua vita, con grande realismo, umanità, concretezza”. Lo ha detto, ieri sera, Papa Francesco, nella meditazione che ha concluso la celebrazione con la recita del rosario, a piazza San Pietro, per la fine del mese mariano.