Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

«La Chiesa non è un'organizzazione nata da un accordo di alcune persone, ma - come ci ha ricordato tante volte il Papa Benedetto XVI - è opera di Dio, nasce proprio da questo disegno di amore che si realizza progressivamente nella storia». Lo ha detto il Papa, che ha iniziato la catechesi dell'udienza generale di oggi - la prima di un ciclo di catechesi «sul mistero della Chiesa, mistero che tutti noi viviamo e di cui siamo parte» - parlando del tema della Chiesa come «famiglia di Dio», sulla scorta dei testi del Concilio.

Domenica 2 giugno tutte le cattedrali del mondo, per un'ora, saranno sincronizzate sull'ora di Roma e saranno in comunione con il Papa nell'adorazione eucaristica. A presentare l'evento, che per la prima volta si realizza nella Chiesa in occasione dell'Anno della fede, è stato monsignor Rino Fisichella, presidente del Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione, in sala stampa vaticana.

«L'annunzio di Gesù non è una patina: va alle ossa, al cuore, va dentro e ci cambia. E questo non lo tollera lo spirito del mondo, e per questo vengono le persecuzioni». Lo ha detto Papa Francesco, nella messa di questa mattina a Santa Marta, concelebrata da monsignor Rino Fisichella e monsignor José Octavio Ruiz Arenas, rispettivamente presidente e segretario del Pontificio Consiglio per la nuova evangelizzazione.

"Dio è amore, non è un Dio spray". Non un amore sentimentale, emotivo, ma l'amore del Padre che è all'origine di ogni vita, l'amore del Figlio che muore sulla croce e risorge, l'amore dello Spirito che rinnova l'uomo e il mondo.
Lo ha detto Papa Francesco prima della preghiera dell'Angelus davanti a migliaia di fedeli che hanno riempito piazza San Pietro in questa domenica della Santissima Trinità. Che non è il prodotto di ragionamenti umani, ha spiegato, ma è il volto con cui Dio Stesso si è rivelato, camminando con l'umanità, soprattutto in Gesù di Nazareth. Il Figlio che ci ha fatto conoscere il Padre misericordioso e ha portato sulla terra il suo "fuoco", lo Spirito Santo. Dopo l'Angelus ha ricordato la beatificazione di don Pino Puglisi e ha rivolto un appello ai mafiosi a convertirsi.

La benedizione dei bambini a Papa Francesco, cantata con le parole di Francesco d'Assisi per frate Leone. E' stato il momento più intenso della prima visita del Papa, come Vescovo di Roma, in una parrocchia dell'Urbe, quella dedicata ai Santi Elisabetta e Zaccaria a Prima Porta, nella zona nord della città. Davanti ai bambini che avevano appena ricevuto la prima comunione dalle sue mani, Papa Bergoglio ha chinato il capo come sulla Loggia delle Benedizioni in San Pietro, il 13 marzo, la sera dell'elezione, chiedendo la preghiera della diocesi di Roma per lui, nuovo vescovo.

“Mi piace questo che tu hai detto che periferia ha un senso negativo, ma anche un senso positivo. Tu sai perché? Perché la realtà si capisce meglio non dal centro, ma dalle periferie. Anche quello che tu hai detto: diventare sentinelle. Ti ringrazio per questo ufficio, per questo lavoro di essere sentinelle”. Lo ha detto stamattina Papa Francesco, nella sua visita pastorale alla parrocchia romana dei Santi Elisabetta e Zaccaria a Prima Porta, rispondendo al saluto del parroco, don Benoni Ambarus.