Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

In un messaggio di cordoglio per le vittime dell'attentato di ieri, a Boston, inviato a suo nome all'arcivescovo della città, il cardinale Sean Patrick O'Malley, dal Segretario di Stato, cardinale Tarcisio Bertone, Papa Francesco si dice «profondamente addolorato dalla notizia della perdita di vita e per le gravi ferite causate» dall'atto di violenza.

Oggi nel Palazzo Apostolico Vaticano il sig. Mariano Rajoy, Presidente del Governo spagnolo, è stato ricevuto in Udienza dal Santo Padre Francesco. I colloqui hanno permesso uno scambio di vedute sulla non facile situazione economico-finanziaria mondiale che la Spagna sta affrontando, come altri Paesi europei, e che coinvolge in particolare i giovani, colpiti da una grave crisi occupazionale È stata espressa la vicinanza della Chiesa e si è rilevato il notevole lavoro che sta compiendo la Caritas insieme ad altre Associazioni caritative ecclesiali a favore dei più bisognosi.

Instaurare «un dialogo nella società e tra tutte le sue componenti, basato sul rispetto reciproco e tenendo presente valori, quali la giustizia e la solidarietà, nella ricerca del bene comune». È una delle «necessità» politiche e istituzionali additate dal Papa al presidente del governo spagnolo, Mariano Rajoy Brey, ricevuto in udienza oggi.

Il Signore ci invia ad annunciarlo con gioia come il Risorto. Papa Francesco ha rivolto un forte invito alla testimonianza con la parola e con la vita, nella Messa presieduta ieri pomeriggio in occasione della prima visita alla Basilica di San Paolo fuori le Mura. Non si può annunciare il Vangelo di Gesù -- ha detto il papa -- senza la testimonianza concreta della vita. Chi ci ascolta e ci vede deve poter leggere nelle nostre azioni ciò che ascolta dalla nostra bocca e rendere gloria a Dio. A concelebrare con il Papa c'erano dom Edmund Power, Abate di San Paolo e il cardinale James Michael Harvey, arciprete della Basilica papale.

«Siamo sulla tomba di san Paolo, un umile e grande Apostolo del Signore, che lo ha annunciato con la parola, lo ha testimoniato col martirio e lo ha adorato con tutto il cuore»: lo ha detto ieri sera Papa Francesco nella messa celebrata nella sua prima visita alla basilica papale di San Paolo fuori le Mura, mettendo in luce i tre verbi chiave della sua omelia: «annunciare, testimoniare, adorare».

La forza degli Apostoli è nello Spirito Santo. Così ha sottolineato Papa Francesco commentando il brano degli Atti che parla della prima predicazione degli Apostoli. Davanti ai fedeli riuniti in Piazza San Pietro per il Regina Caeli, il Papa ha ribadito che la fede degli Apostoli si basava su un'esperienza così forte e personale di Cristo morto e risorto, che non avevano paura di nulla e di nessuno, neanche delle persecuzioni. La loro testimonianza è un insegnamento valido per tutti noi oggi.

Commentando la pagina degli Atti degli Apostoli, il Papa si è chiesto: «Dove trovavano i primi discepoli la forza per questa loro testimonianza? Non solo: da dove venivano loro la gioia e il coraggio dell'annuncio, malgrado gli ostacoli e le violenze?». La risposta: «Nell'esperienza di Cristo morto e risorto». Al termin e ha salutato anche i pellegrini della Diocesi di Siena-Colle-Montalcino, oggi in piazza San Pietro con il loro arcivescovo.