Papa Francesco

Ultimi contenuti per il percorso 'Papa Francesco'

Questa settimana diamo spazio ad alcune delle lettere che abbiamo ricevuto sulla elezione del nuovo papa e sulle sue prime «uscite». Le pubblichiamo senza commento.

Portiamo un raggio dell'amore di Dio a tutti coloro che incontriamo, ha chiesto Papa Francesco ai fedeli nella sua prima catechesi all'udienza generale del mercoledì. In questa sua prima udienza generale (27 marzo 2013) Papa Francesco ha reso omaggio al suo predecessore Benedetto XVI. Commentando poi il tempo liturgico in cui ci troviamo ha sottolineato che vivere la Settimana Santa è entrare sempre più nella logica di Dio, nella logica della Croce, che non è prima di tutto quella del dolore e della morte, ma quella dell'amore e del dono di sé che porta vita.

Dopo tre mercoledì senza Udienza generale, oggi, alle 10.30, Papa Francesco ha presieduto la sua prima catechesi, alla quale hanno assistito in piazza San Pietro circa 15mila fedeli. «Aprire le porte del nostro cuore, della nostra vita, delle nostre parrocchie, dei movimenti, delle associazioni, ed uscire incontro agli altri, farci noi vicini per portare la luce e la gioia della nostra fede», è stato l'invito del Papa per la Settimana Santa, rivolto al termine della catechesi della sua prima udienza, dedicata alla figura dell'apostolo Pietro.

Un carisma particolare quello di Papa Francesco, che sta sorprendendo tutti in questi primi giorni di pontificato, ne abbiamo parlato con il vescovo Simone che il 10 aprile, in occasione della visita Ad Limina delle diocesi toscane, incontrerà il nuovo pontefice.

I riti in preparazione alla Pasqua cominceranno, per Papa Francesco, il 28 marzo, Giovedì Santo, con la Messa del Crisma, alle ore 9.30, nella basilica di San Pietro. A darne notizia è oggi una notificazione firmata dal maestro delle cerimonie liturgiche pontificie, monsignor Guido Marini.

Di seguito riportiamo il testo integrale dell'omelia che il Papa Francesco ha pronunciato durante la celebrazione liturgica della Domenica della Palme e della Passione del Signore che ha aperto i riti della Settimana Santa. Nel ricordare la Giornata Mondiale della Gioventù che si celebra oggi in tutta la Chiesa, il Santo Padre ha esortato a vivere la fede "con un cuore giovane" ed ha affermato: "I giovani devono dire al mondo: è buono seguire Gesù".

«Gioia», «Croce», «giovani»: sono le tre le parole chiave della Domenica delle Palme e della Passione del Signore che stamattina Papa Francesco ci ha consegnato nella messa che ha presieduto sul sagrato della basilica di San Pietro, dopo aver benedetto i rami di ulivo e aver partecipato alla processione in piazza, dall’obelisco al sagrato. Nell’omelia il Santo Padre, ricordando che da 28 anni la Domenica delle Palme è la Giornata della Gioventù, ha dato appuntamento ai giovani a Rio de Janeiro per la Gmg. (testo integrale)