Quaresima

Ultimi contenuti per il percorso 'Quaresima'

Nel comunicato finale sui lavori della Conferenza episcopale toscana (tenutasi all'Eremo di Lecceto lo scorso 29 gennaio) l'invito ai cattolici ad una partecipazione responsabile e informata alle prossime elezioni politiche del 4 marzo. Al via una riflessione sulla «lezione» di don Lorenzo Milani. Ecco il testo integrale del comunicato.

Un sussidio per la Quaresima e per la Pasqua 2018, a cura dell’Ufficio liturgico della Cei, è stato pubblicato sul sito quaresima2018.chiesacattolica.it . Offre commenti alla Parola di Dio, indicazioni liturgiche e suggerimenti musicali, dal mercoledì delle ceneri fino alla domenica di Pasqua, che «mostrano la bellezza e la profondità dell’itinerario cristologico pasquale dell’anno B e la ricchezza del Triduo pasquale, vertice dell’anno liturgico», si legge nell’introduzione.

È costante l'attenzione di Papa Francesco alla «amata Siria» come dimostrano i suoi continui appelli e moniti al dialogo e alla pace. Gli ultimi gesti sono arrivati da Ariccia, a conclusione degli Esercizi spirituali della Curia romana: una messa per la Siria e 100 mila euro donati ai poveri di Aleppo. La gioia del vicario apostolico di Aleppo.

Com’è «possibile che noi cristiani, che dovremmo trovare l’unità proprio attorno alla Cena, riproduciamo allo stesso modo, con le nostre divisioni, le stesse dinamiche divisorie della comunità di Corinto»? È una delle domande poste dal francescano Giulio Michelini durante la sua terza meditazione agli Esercizi spirituali per il Papa e la Curia Romana in svolgimento ad Ariccia.

La mattinata di ieri del Papa, come di consueto, è stata dedicata alla recita dell’Angelus. Il pomeriggio, invece, Francesco è partito, alle ore 16, in pullman, dal piazzale del Petriano, antistante all’Aula Paolo VI, per dirigersi insieme ai cardinali ad Ariccia, dove presso la Casa Divin Maestro si terranno, fino a venerdì 10 marzo, gli esercizi spirituali della Curia Romana.

In Quaresima siamo chiamati a seguire le orme di Cristo e affrontare il combattimento spirituale contro il Maligno con la forza che viene dalla Parola di Dio. La riflessione di Papa Francesco all’Angelus muove dal Vangelo odierno che racconta i 40 giorni di Gesù trascorsi nel deserto subito dopo aver ricevuto il battesimo nel Giordano e dunque con la discesa dello Spirito, l’investitura come Figlio di Dio, destinato ad una missione ben precisa. Perciò, ha spiegato il Pontefice, il diavolo lo tenta, lo affronta sfidandolo a trasformare in cibo le pietre così da sfamarsi, distogliendolo dalla strada dell’obbedienza e dell’umiliazione, per portarlo invece sulla scorciatoia del successo e della gloria.