Religiosi

Ultimi contenuti per il percorso 'Religiosi'

Serve una vera e propria «rivoluzione culturale» per combattere «mali sociali» come la tratta degli esseri umani e la xenofobia. Ne è convinto il Papa, che, ricevendo oggi in udienza i partecipanti all'incontro del Segretariato per la giustizia sociale e l'ecologia della Compagnia di Gesù, ha esortato i suoi confratelli ad «annunciare la fede e promuovere la giustizia», dedicandosi in primo luogo al servizio dei poveri e degli emarginati.

Papa Francesco ha incontrato ieri in udienza privata le 86 delegate, provenienti da 48 Paesi, della rete delle religiose contro la tratta «Talitha kum». Sono in questi giorni a Roma per l'assemblea generale in occasione dei dieci anni dalla nascita di questo grande network presente in 92 Paesi, con 44 reti nazionali nei cinque continenti. Dieci suore sono state premiate per il loro impegno: da Nigeria, Italia, Thailandia, Perù, Canada, Stati Uniti, Australia, Filippine, India. 

«Vi incoraggio ad accompagnare le persone a “are amicizia” con Dio. Il nostro mondo ha sete di Dio e voi carmelitani, maestri di preghiera, potete aiutare tanti a uscire dal rumore, dalla fretta e dall’aridità spirituale». È il compito affidato da Papa Francesco ai partecipanti al Capitolo generale dell’Ordine dei Frati della Beata Vergine Maria del Monte Carmelo (Carmelitani), che ha ricevuto in udienza questa mattina, nella Sala del Concistoro del Palazzo apostolico vaticano.

Padre Míceál O'Neill, della Provincia dell'Irlanda, è stato eletto oggi nuovo priore generale dell'Ordine dei Carmelitani, al termine del capitolo generale riunito a Sassone (Ciampino). Il suo incarico durerà sei anni. Succede a p. Fernando Millán Romeral, che ha svolto il suo servizio per due mandati.