Sacerdoti

Ultimi contenuti per il percorso 'Sacerdoti'

«Il ricettacolo della Misericordia è il nostro peccato. Ma spesso accade che il nostro peccato è come un colabrodo, come una brocca bucata dalla quale scorre via la grazia in poco tempo». Lo ha affermato Papa Francesco aprendo la seconda meditazione del ritiro dei sacerdoti riuniti nella basilica romana di Santa Maria Maggiore in occasione del loro Giubileo.

«Buongiorno cari sacerdoti! Cominciamo questa giornata di ritiro spirituale. E anche credo che ci farà bene pregare gli uni per gli altri, ossia in comunione. Un ritiro, ma in comunione, tutti!». Esordisce a braccio Papa Francesco nella meditazione per il ritiro spirituale guidato oggi nella basilica di san Giovanni in Laterano, in occasione del Giubileo dei sacerdoti (1-3 giugno).

«Il Papa ci ha molto confortati e incoraggiati: ci ha detto che la Chiesa italiana è una bella Chiesa». A rivelare il «dietro le quinte» dell’incontro di Francesco con la Chiesa italiana, in occasione della 69ª Assemblea generale che si è appena conclusa in Vaticano, è stato il cardinale Angelo Bagnasco, arcivescovo di Genova e presidente della Cei.

Un sacerdote al servizio della vita, vicino agli ultimi, con uno stile di vita semplice, capace di costruire comunità solidali e di offrirsi con gratuità, umiltà e gioia. E’ la figura del presbitero disegnata da Papa Francesco all’apertura della 69esima assemblea generale della Conferenza episcopale italiana, che si sta tenendo in Vaticano.
Prendendo spunto dal tema dell’assemblea, il rinnovamento del clero, il Pontefice ha sottolineato che i tanti parroci che si spendono nelle nostre comunità trovano sapore nella loro vita consegnando ogni mattina al Signore il proprio tempo, per lasciarsi incontrare dalla gente e farsi incontro.

Non «una riflessione sistematica sulla figura del sacerdote» ma un invito a «capovolgere la prospettiva e a metterci in ascolto, in contemplazione» di uno dei «tanti parroci che si spendono nelle nostre comunità». Così Papa Francesco ha riassunto oggi pomeriggio il fine del suo discorso di apertura dei lavori della 69ª assemblea generale della Conferenza episcopale italiana (Vaticano, 16-19 maggio), dedicata al «rinnovamento del clero» (testo integrale).