Sacerdoti

Ultimi contenuti per il percorso 'Sacerdoti'

L'emergenza climatica al centro del briefing di oggi, relativo all'ultimo giorno in cui si sono riuniti i Circoli minori. Da domani si lavora per il documento finale del Sinodo per l'Amazzonia. «Bisogna osare», la proposta dal Congo per risolvere il problema della mancanza di sacerdoti. A prendere la parola anche la «paladina» brasiliana delle vittime delle dighe.

Presentate oggi al Sinodo per l'Amazzonia le relazioni dei 12 Circoli Minori. Tra le proposte: un «Sinodo universale» sul celibato e l'introduzione del ministero di «coordinatori e coordinatrici di comunità». In tutti i Circoli presente il tema dei «viri probati», con posizioni diversificate. «Creare un osservatorio ambientale», per scongiurare i «peccati ecologici».

Ripensare le ministerialità della Chiesa, alla luce dei parametri della sinodalità: è una delle indicazioni emerse dalla decima Congregazione generale, a cui ieri pomeriggio hanno partecipato 177 padri sinodali alla presenza del Papa, che a fine Congregazione ha preso la parola, tornando a riflettere su alcuni temi emersi durante i lavori ed evidenziando alcuni spunti che lo hanno colpito maggiormente.

«Non vedo problemi sulla possibilità che le donne esercitino il mio stresso ministero». Lo ha detto uno dei due diaconi presenti al Sinodo per l’Amazzonia, Francisco Andrade de Lima, segretario esecutivo regionale Nord della Conferenza episcopale brasiliana, intervenuto al briefing di oggi in sala stampa vaticana. 

«Istituire un ministero laicale femminile per l'evangelizzazione». E' una delle proposte della quinta Congregazione generale del Sinodo per l'Amazzonia, in cui i padri sinodali - riferisce Vatican news - hanno fatto emergere la necessità di «promuovere una partecipazione più attiva della donna nella vita della Chiesa in un'ottica samaritana» e hanno lanciato un invito a «contrastare la violenza sulle donne».

«La richiesta di muovi ministeri nasce dalle comunità, e in particolare dal rischio che ci siano cattolici di prima e di seconda classe: chi può partecipare all'Eucaristia e chi no». Così Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, è tornato sul tema dei «viri probati», durante il briefing di oggi in sala stampa vaticana. 

In continuità con il Sinodo sui giovani del 2018, al Sinodo per l'Amazzonia si è riflettuto sull'importanza del protagonismo giovanile nell'ecologia integrale, con l'esempio della giovane attivista svedese Greta Thunberg e dell'iniziativa «Lo sciopero per il clima». A riferirlo è Vatican news, a proposito dei contenuti della seconda Congregazione generale, svoltasi ieri pomeriggio.