Sacerdoti

Ultimi contenuti per il percorso 'Sacerdoti'

«L'0rdinazione sacerdotale degli uomini sposati nasce da un'esigenza registrata dall'Instrumentum laboris: non ascoltarla sarebbe sbagliato. Ma il Sinodo è appena cominciato, e come ha detto il Papa è un processo: non sappiamo dove porterà». Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, ha risposto così alle domande dei giornalisti sulla questione dei «viri probati», menzionata anche dal card. Hummes nella sua relazione generale durante la prima Congregazione del Sinodo per l'Amazzonia.

L'Amazzonia è «un test decisivo, un banco di prova per la Chiesa e per la società brasiliana». Lo ha detto il card. Claudio Hummes, presidente della Repam e relatore generale del Sinodo per l'Amazzonia, intervenendo alla prima Congregazione generale del Sinodo, in corso in Vaticano fino al 27 ottobre. Apertura verso il sacerdozio degli uomini sposati e nuovo ruolo della donna nella Chiesa.

Sono 400 i sacerdoti italiani fidei donum, ossia inviati dalle diocesi a fare una esperienza di missione ad gentes. Un numero in drastico calo rispetto ai picchi degli anni '90, quando erano oltre 1300. Gran parte è dovuto alla crisi delle vocazioni. Parla al Sir don Alberto Brignoli, fidei donum in Bolivia per nove anni.

La vicinanza a Dio, la preghiera; la vicinanza ai sacerdoti da parte del vescovo e dei sacerdoti con il vescovo; la vicinanza dei sacerdoti tra loro e dei vescovi tra loro e la vicinanza al popolo di Dio. Sono le «quattro vicinanze» raccomandate oggi dal Papa a coloro che esercitano il ministero sacerdotale ed episcopale, nell'omelia della Messa a casa Santa Marta.

Quando «ci appropriamo del dono e lo trasformiamo in funzione, si perde il cuore del ministero, si perde lo sguardo di Gesù che ha guardato tutti noi e ci ha detto: ‘Seguimi', si perde la gratuità». Lo ha detto il Papa, nell'omelia della Messa celebrata oggi a Santa Marta, in cui ha ricordato anche chi festeggia il 25° dell'ordinazione e il card. Edoardo Menichelli, arcivescovo emerito di Ancona, che è sulla soglia degli 80 anni.

Il Promotore di Giustizia del Tribunale dello Stato Vaticano, con provvedimenti del 16 e 17 settembre, ha chiesto il rinvio a giudizio rispettivamente di don Gabriele Martinelli, con l'accusa di abusi sessuali che sarebbero avvenuti nel Preseminario San Pio X in anni precedenti il 2012, e di don Enrico Radice, rettore del Preseminario all'epoca dei fatti, con l'accusa di favoreggiamento.

«A volte senza volerlo, senza colpa morale, ci abituiamo a identificare la nostra attività quotidiana di sacerdoti con determinati riti, con riunioni e colloqui, dove il posto che occupiamo nella riunione, alla mensa o in aula è gerarchico; somigliamo più a Zaccaria che a Maria». A denunciarlo è stato il Papa, che incontrando il clero nella cattedrale dell'Immacolata Concezione a Maputo (testo integrale) ha risposto ad una domanda sulla crisi d'identità dei sacerdoti proponendo di «ritornare a Nazareth».