Santi e beati

Ultimi contenuti per il percorso 'Santi e beati'

«Attingendo alla sorgente della santità, Dio, anche le creature umane possono condividerne la santità, cioè il Bene che egli è. La santità è un dono, ma anche un compito». Lo ha detto l’arcivescovo di Firenze, il card. Giuseppe Betori, nell’omelia pronunciata oggi in cattedrale durante la Messa nella solennità di Ognissanti. 

«Essere luci gentili tra le oscurità del mondo». Si è conclusa con questo invito l'omelia della Messa celebrata ieri in piazza San Pietro dal Papa, durante la quale sono stati proclamati cinque nuovi santi: John Henry Newman, fondatore dell'Oratorio di San Filippo Neri in Inghilterra; Giuseppina Vannini, fondatrice delle Figlie di San Camillo; Mariam Thresia Chiramel Mankidiyan, fondatrice della Congregazione delle Suore della Sacra Famiglia; Dulce Lopes Pontes e Margherita Bays. 

Da oggi c'è un motivo in più per entrare nella cattedrale di Santa Maria del Fiore: venerare il Beato Ippolito Galantini. L'urna che contiene il corpo è stata esposta davanti al presbiterio, offerta alla preghiera dei fedeli nel quarto centenario.  L'occasione per pregare davanti alla reliquia del Beato è stata la Messa con cui la diocesi di Firenze ha aperto l'anno pastorale, con il Mandato agli animatori pastorali e la ripresa del Cammino sinodale.

Il Comune di Firenze ha annunciato la volontà di dedicare strade e piazze cittadine a nomi femminili: tanti i nomi riportati dai giornali in questi giorni. L’Ordine francescano secolare della Toscana ha colto l’occasione per rinnovare una sua proposta: ricordare Monna Tessa, fondatrice del primo ospedale moderno.

Dal 29 agosto all'8 settembre entrano nella fase finale a Certaldo le celebrazioni per Beata Giulia della Rena iniziate alla fine dello scorso anno, della quale ricorrono il VII Centenario della nascita (1319 – 2019) e II Centenario della beatificazione (1819 - 2019). Iniziative di carattere liturgico e devozionale si uniranno ad eventi più divulgativi e culturali.