Sinodo dei vescovi

Ultimi contenuti per il percorso 'Sinodo dei vescovi'

«Le nostre debolezze non vi scoraggino, le fragilità e i peccati non siano ostacolo alla vostra fiducia. La Chiesa vi è madre, non vi abbandona». È uno dei passi centrali della lettera indirizzata dai padri sinodali ai giovani, letta nella basilica di San Pietro, al termine della Messa di chiusura del Sinodo, prima della benedizione solenne impartita dal Papa.

Il testo integrale del Documento finale e le Votazioni del Documento finale del Sinodo dei Vescovi a Papa Francesco, al termine della XV Assemblea generale ordinaria (3-28 ottobre 2018) sul tema: «I giovani, la fede e il discernimento vocazionale».

«La Chiesa non va sporcata», e «il Sinodo non è un Parlamento» né può ridursi a un documento. Lo ha detto il Papa, chiudendo ieri pomeriggio il Sinodo dei giovani con un discorso a braccio. Approvato il documento finale (testo integrale), punto per punto, ben oltre la maggioranza qualificata dei due terzi. Stamani la Messa conclusiva nella basilica di San Pietro

«È stata un’esperienza di profonda comunione ecclesiale vissuta con l’adesione della fede e l’affetto del cuore da parte di ciascuno di noi, venuto da ogni parte della terra». Così il card. Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, nel saluto conclusivo.

«240 padri sinodali e 32 uditori hanno partecipato durante le Congregazioni dedicate alla discussione delle tre parti dell’Instrumentum laboris. A tenere gli interventi liberi sono stati 69 padri sinodali e 13 uditori». Lo ha riferito ai giornalisti Paolo Ruffini, prefetto del Dicastero per la comunicazione della Santa Sede, durante il briefing di oggi sul Sinodo in Sala Stampa vaticana. 

Rispondendo alle domande dei giornalisti durante il briefing di oggi in sala stampa vaticana sia il card. Gualtiero Bassetti, che Paolo Ruffini hanno confermato che «Al Sinodo di abusi se ne parla, e anche in maniera esaustiva» e che il tema sarà presente nel documento finale che verrà presentato domattina e che poi potrà essere ancora modificato nella giornata di domani per poi essere votato, numero per numero, sabato mattina.

Sono circa 300, tra padri sinodali, uditori del Sinodo e ragazzi provenienti da alcune parrocchie della città di Roma, i partecipanti al pellegrinaggio lungo la Via Francigena, partito questa mattina, alle 8.30, dal Cento Don Orione di via della Camilluccia. L'arrivo in piazza San Pietro è previsto alle 11.30, mezz'ora dopo inizierà la Messa all'Altare della Cattedra.